motori

Autovelox in movimento devono essere segnalati. Giudice di pace annulla sanzione

Autovelox in movimento devono essere segnalati. Giudice di pace annulla sanzione

Autovelox in movimento devono essere segnalati. Giudice di pace annulla sanzione

ROMA – Autovelox in movimento devono essere segnalati. Giudice di pace annulla sanzione. Non c’è differenza tra autovelox fissi e autovelox dinamici, quelli montati su auto della polizia in movimento: in entrambi casi le eventuali sanzioni sono valide se hanno rispettato l’obbligo di pre-segnalazione. Devono cioè essere segnalati prima ed essere ben visibili, per esempio con cartelli luminosi.

E’ la sentenza di un giudice di pace di Reggio Emilia che ha stabilito l’obbligatorietà della segnalazione estesa agli autovelox in movimento a scavalcare quanto previsto dal decreto ministeriale che invece ne disciplinava l’esclusione. Il giudice si è appellata a un principio giuridico di rango superiore su presegnalazione e visibilità dei controlli, cioè al comma 6-bis: non c’è nulla qui, sostiene la sentenza, che legittimi l’esclusione degli autovelox in movimento su presegnalazione e visibilità dei controlli.

Poiché nel caso specifico mancava sul tratto stradale la segnalazione di preavviso, l’accertamento della velocità non poteva condurre ad una sanzione.
La sentenza di Reggio Emilia applica quindi il “diritto alla prova” riconosciuto dalla Corte costituzionale (307/2006 e 155/2007) imponendo che le “sedi stradali” di accertamento debbano essere riconoscibili, anche per evitare che il conducente adotti comportamenti repentini, causati dall’improvviso accorgersi di un rischio di sanzioni. (Guglielmo Saporito, Il Sole 24 Ore)

San raffaele
To Top