motori

FCA si unisce a Bmw per realizzare auto senza pilota

FCA si unisce a Bmw per una piattaforma per la guida autonoma

FCA si unisce a Bmw per una piattaforma per la guida autonoma (Foto Ansa)

MILANO – FCA si unirà al Gruppo Bmw, Intel e Mobileye nello sviluppo di una piattaforma tecnologica per la guida autonoma. La notizia arriva da una nota diffusa da Torino in cui viene indicato che la collaborazione “rimane in linea” con l’obiettivo di “mettere su strada 40 veicoli autonomi sperimentali entro la fine del 2017″ già annunciata dal Gruppo.

Il protocollo d’intesa sottoscritto da Fca, Bmw, Intel e dalla controllata Mobileye prevede la creazione di una “piattaforma leader mondiale, all’avanguardia nella tecnologia della guida autonoma”. “La collaborazione – si legge nella nota congiunta – consentirà alle società partecipanti di fare leva sui rispettivi punti di forza, capacità e risorse individuali” per ricavare una piattaforma che “sarà utilizzabile per la guida automatizzata dal livello 3 fino al livello 4/5 e potrà essere impiegata da diversi costruttori automobilistici nel mondo, pur mantenendo inalterata l’identità specifica dei rispettivi marchi”.

Il Gruppo BMW, Intel Corporation, Mobileye e Fiat Chrysler Automobiles (FCA) hanno sottoscritto un Memorandum of Understanding che prevede che FCA si unisca a tali società nello sviluppo di una piattaforma leader mondiale, all’avanguardia nella tecnologia della guida autonoma, si legge in un comunicato di FCA. La collaborazione consentirà alle società partecipanti di fare leva sui rispettivi punti di forza, capacità e risorse individuali.

Il Memorandum sottoscritto prevede che Fiat Chrysler Automobiles (FCA) sia il primo costruttore automobilistico ad unirsi a loro nello sviluppo di una piattaforma di guida autonoma all’avanguardia, leader nel mondo e destinata ad un’implementazione globale.

I partner dello sviluppo intendono far leva sui reciproci punti di forza, capacità e risorse per
migliorare la tecnologia della piattaforma, aumentare l’efficienza dello sviluppo e ridurre il tempo di immissione sul mercato. Uno dei fattori che consentirà di raggiungere tali obiettivi sarà la co-
location di ingegneri in Germania ed in altri luoghi.

FCA contribuirà alla collaborazione con risorse di ingegneria e altre risorse tecniche ed esperienza, nonché con i suoi significativi volumi di vendita, la sua portata geografica e la sua lunga esperienza sul mercato Nord Americano.

“Per migliorare la tecnologia di guida autonoma è fondamentale dar vita a partnership tra
produttori di autoveicoli e fornitori di tecnologia e componenti”, ha dichiarato Sergio Marchionne,
Chief Executive Officer di FCA. “L’adesione a questa collaborazione consentirà a FCA di beneficiare
direttamente delle sinergie e delle economie di scala che sono possibili quando le aziende si alleano
con una visione e un obiettivo comuni”.

 

To Top