motori

Gomme invernali e catene da neve: obbligo da 15 novembre. Info e multe

pneumatici-invernali

Gomme invernali e catene da neve: scatta l’obbligo, tutto quello che c’è da sapere (foto Ansa)

BOLOGNA – Arrivano neve e freddo e torna l’obbligo dei pneumatici invernali. Autostrade per l’Italia ha reso noto che a seguito dell meteo improvvisamente peggiorato ha anticipato a sabato 11 novembre, le decorrenze delle ordinanze di obbligo di gomme invernali o catene da neve a bordo, nelle seguenti tratte della Direzione di Tronco di Bologna: – A1 Milano Napoli nel tratto tra Parma e Sasso Marconi – A13 Bologna-Padova – A14 Bologna-Taranto nel tratto tra Bologna e Cattolica – Diramazione per Ravenna – Diramazione Padova Sud – Diramazione Ferrara Sud – Raccordo di Casalecchio – Tangenziale di Bologna.

Dal 15 novembre prossimo al 15 aprile 2018 obbligo di viaggiare muniti di pneumatici invernali o catene da neve sulle autostrade A24 e A25, per ottimizzare le condizioni di sicurezza. L’obbligo interessa l’A24 fra gli svincoli di Tivoli e Teramo Est/allacciamento SS80, l’A25 fra lo Svincolo direzionale di Torano e lo svincolo d’interconnessione con l’A14. La Direttiva del Ministero di Infrastrutture e Trasporti (16 gennaio 2013) prevede che l’Ente proprietario della strada e/o il gestore possano “prescrivere che i veicoli siano muniti ovvero abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve e su ghiaccio”.

I Comuni possono adottare gli stessi provvedimenti nei centri abitati. In Abruzzo finora sono state emesse ordinanze da Provincia di Pescara, Comuni di L’Aquila, Chieti e Montesilvano (Pescara). Sempre valide le ordinanze della Provincia di Chieti e del Comune di Pescara, come quelle di Città S.Angelo (Pescara), S.Giovanni Teatino e Guardiagrele (Chieti).

In caso di non rispetto delle regole, le Forze dell’Ordine possono applicare una sanzione pecuniaria da 85 a euro 338 (59,50 euro per pagamento entro 5 giorni). Con condizioni meteo difficili o previsioni avverse anche i sindaci possono con ordinanza imporre la circolazione nelle aree urbane con pneumatici da neve o in alternativa catene a bordo. In questo caso la sanzione scende da un minimo di 41 euro a un massimo di 169 euro (entro 5 giorni 28,70 euro): sono esclusi i ciclomotori a due ruote ed i motocicli che in caso di neve o ghiaccio sulla strada o con nevicate in corso devono rimanere nel box. Va ricordato che in entrambi i casi gli organi di controllo possono intimare all’automobilista di arrestare il veicolo, sino all’adozione di uno dei due dispositivi invernali previsti dal Codice. Stesso discorso vale per sulla rete autostradale, dove le prescrizioni sono indicate con apposita cartellonistica e riguardano nella maggioranza dei casi i tratti appenninici e alpini.

To Top