motori

Gp Montecarlo, trionfo Ferrari: doppietta Vettel-Raikkonen. Non accadeva dal 2001

Gp Monaco, trionfo Ferrari: doppietta Vettel-Raikkonen. Non accadeva dal 2001

Gp Monaco, trionfo Ferrari: doppietta Vettel-Raikkonen. Non accadeva dal 2001 (Foto Ansa)

MONACO – Trionfo della Ferrari al Gran Premio di Monaco a Montecarlo con una doppietta Vettel-Raikkonen: il tedesco vince davanti al finlandese: non accadeva dal 2001, quando si imposero Schumacher e Barrichello.

Chiude il podio Daniel Ricciardo su Red Bull. Lewis Hamilton termina un weekend difficile al settimo posto.

La giornata era partita sotto i migliori auspici, con una prima fila tutta Ferrari. La pole position era stata ottenuta dal finlandese Kimi Raikkonen, il secondo miglior tempo era stato invece quello del tedesco Sebastian Vettel. Terzo tempo, e quindi seconda fila, per il finlandese della Mercedes Valtteri Bottas, quarto l’olandese Max Verstappen su Red Bull.

“E’ la mia prima pole dal 2008, ed è una sensazione grandiosa. E’ stato un pochino complicato arrivare a fare questo tempo, ma siamo riusciti a sistemare la macchina, anche se qui è sempre tutto difficile”: queste le prime impressioni di Kimi Raikkonen.

Da giovedì si era capito che le Rosse sono a loro agio nell’insidioso budello del circuito più glamour del Mondiale e le qualifiche lo hanno confermato, ridando smalto a un Raikkonen quasi incredulo: “E’ la mia prima pole dal 2008 (al Gp di Francia, ndr) ed è una sensazione grandiosa – ha detto a caldo -. E’ stato un po’ complicato arrivare a fare questo tempo ma siamo riusciti a sistemare la macchina, anche se qui è sempre tutto difficile. Ho la miglior posizione di partenza, e cercherò di sfruttarla ma niente è garantito”. Il finlandese ha stampato un ottimo 1’12”178 nella Q3, che neanche un animale da qualifica come Sebastian Vettel è riuscito a migliorare, fermandosi a 1’12”221, due impercettibili ma decisivi millesimi davanti a Bottas. Vicino a loro anche Verstappen, con 1’12”496.

Molto più staccato Daniel Ricciardo, quinto ma con un tempo appena sotto il muro dell’1’13”, che è stato avvicinato da Carlos Sainz, ottimo sesto coma Toro Rosso. Un figurone con la McLaren per il pilota a ‘gettone’ Jenson Button, che ha fatto il nono tempo ma partirà ultimo per la sostituzione del motore. Nel frattempo si era consumato il ‘dramma’ di Hamilton.

Ancora afflitto da problemi di assetto, nella seconda parte delle qualifiche l’inglese ha fatto un errore di guida, pagato caro quando, nell’ultimo giro disponibile, è stata esposta bandiera gialla per un incidente a Vandoorne con la McLaren. Hamilton puntava alla 65/a pole in carriera, ma dovrà faticare domani per non perdere troppi punti nei confronti di Vettel, che lo precede di sei lunghezze nella classifica generale.

Per sapere i risultati in diretta clicca qui. 

To Top