motori

Hoverboard, passione costosa: multa da 1200 euro

Hoverboard, passione costosa: multa da 1200 euro

Hoverboard, passione costosa: multa da 1200 euro

ROMA – Gli italiani ne vanno matti, ma la nuova moda a due ruote potrebbe rivelarsi particolarmente costosa. Di cosa stiamo parlando? Degli hoverboard, particolari skate elettrici che spopolano già sulle strade del Bel Paese. Pochi sanno però che per il codice della strada sono considerati alla stregua di uno scooter, ma non essendo omologati, il più delle volte non possono circolare. Lo ha imparato a proprie spese un papà di 24 anni di Trento che si è visto comminare una multa di 1200 euro, oltre al sequestro del mezzo e 5 punti decurtati dalla patente.

Il consiglio generale è di affidarsi solo a marchi riconosciuti e certificati, anche se a scapito del portafogli. Ma anche in quel caso la faccenda è piuttosto complicata: tutti gli hoverboard, infatti, non possono circolare su marciapiedi e aree dedicate ai pedoni. I modelli che superano i 6 km orari di velocità sono addirittura considerati come scooter di cilindrata 50. Significa che per andare in strada necessitano di targa, immatricolazione e assicurazione. Comunque in Italia non è fattibile perché non sono mezzi omologati.

San raffaele

Ecco allora che il conto per il papà trentino è salito alle stelle: multa per l’assicurazione (849 euro), per il certificato di circolazione (155 euro), per la targa (77 euro) e il casco (81 euro). Il giovane però non si è dato per vinto e ha già annunciato ricorso al giudice di Pace, anche perché i rivenditori non informano adeguatamente sui limiti di utilizzo del mezzo.

Meglio allora affidarsi a skate elettrici che non superano i 6 km/h? Non esattamente, questi ultimi sono considerati “acceleratori di andatura”, come pattini e monopattini. Anche in questo caso la circolazione in strada è vietata ma lo stesso vale sui marciapiedi, per evitare situazioni di pericolo. La multa va dai 25 ai 99 euro.

 

To Top