motori

Max Biaggi, incidente in pista a Latina: guarirà in 30 giorni. “Anche stavolta l’abbiamo sfangata”

Max Biaggi, incidente in pista a Latina: trasportato a Roma in elicottero

Max Biaggi, incidente in pista a Latina: trasportato a Roma in elicottero

ROMA – Paura per Max Biaggi. Il pilota romano ha avuto un incidente in allenamento, sul circuito del Sagittario di Latina, ed è stato trasportato in eliambulanza a Roma, all’ospedale San Camillo, con codice rosso. Per fortuna però la sua vita non è in pericolo. “Anche stavolta l’abbiamo sfangata”, ha scherzato il pilota col padre Pietro, mentre si trovavano al pronto soccorso dell’ospedale San Camillo.

Il pilota romano si stava allenando sulla pista del Sagittario a Latina quando ha perso il controllo della sua moto ed è caduto a terra, battendo violentemente petto e schiena.

I soccorritori prima lo hanno rimesso incautamente in piedi, scrive la Stampa, poi hanno chiamato l’elisoccorso per il trasporto in ospedale. Il pilota non ha mai perso conoscenza e ha parlato con i medici della dinamica dell’incidente

San raffaele

Fortunatamente la sua vita non sembra essere in pericolo. Per il sei volte campione del mondo però sarà una difficile convalescenza: “Se tutto va bene guarirà in 30 giorni“, ha detto il direttore del Pronto Soccorso Emanuele Guglielmelli.

“Max Biaggi ha riportato la frattura multipla delle costole e per precauzione nelle prossime ore sarà ricoverato nel reparto di rianimazione – ha precisato – Per ora la prognosi è riservata, ma se tutto andrà bene, guarirà in trenta giorni”.

“Biaggi è giunto in ospedale – ha spiegato il direttore  – alle 14,04, in elisoccorso. La rete del 118 ha funzionato molto bene, siamo stati subito allertati come avviene in casi simili. Quando è arrivato era sveglio e cosciente, non ha mai perso conoscenza. Ha un trauma toracico importante e per questo motivo, a scopo precauzionale, lo ricovereremo nel reparto di rianimazione. La prognosi resta riservata e alle 19 verrà emesso un nuovo bollettino”.

Ai cronisti che gli chiedevano se Biaggi avesse riportato anche un pneumo-torace, il medico ha risposto: “C’è una piccola faldina che stiamo monitorando”. Il medico, sempre rispondendo alle domande, ha poi aggiunto: “Se non ci saranno complicazioni la prognosi sarà di 30 giorni”.

“Sarebbe ora di smettere di fare gare”, ha detto il padre braccato dai cronisti. “Proprio ieri sera – ha raccontato – mi sono arrabbiato perché Bianca (Atzei, ndr) ha domandato a Max: ‘Lo hai detto a tuo padre della gara di domenica?’, e mi sono proprio arrabbiato”.  Ai cronisti che gli domandavano se Max Biaggi avesse avuto paura, il padre ha replicato: “Lui no, ma io sono 25 anni che ho paura. Sta meglio di quanto ci avevano detto all’inizio, ma ha preso una gran botta davanti”, ha concluso indicando il torace.

To Top