motori

Nicky Hayden, inchiesta su iPod e velocità: automobilista indagato per lesioni stradali

Nicky Hayden, inchiesta su iPod e velocità: si cerca di capire dinamica incidente

Nicky Hayden, inchiesta su iPod e velocità: si cerca di capire dinamica incidente

ROMA – Lesioni stradali. È questo il reato per cui è stato iscritto nel registro degli indagati della procura il 30enne che ha investito l’ex campione del mondo della MotoGp Nicky Hayden, ora ricoverato in condizioni disperate in un letto della Rianimazione del Bufalini di Cesena.

Per rispondere a ogni interrogativo e dissolvere dubbi sulla dinamica, scrive il Corriere di Romagna, cristallizzata sul posto dai rilievi eseguiti dall’Infortunistica del Corpo intercomunale della polizia municipale, il pubblico ministero Paolo Gengarelli nominerà un proprio perito. L’incarico, molto probabilmente, sarà conferito già questa mattina.

Tra i dubbi più importanti, di sicuro, ci sarà quello sulla velocità tenuta dalla Peugeot 206 condotta dal 30enne. Pochi metri dopo il luogo in cui l’auto ha arrestato la propria marcia (sul lato opposto della carreggiata), infatti, spicca il cartello che fissa il limite massimo a 50 chilometri all’ora.

Anche l’esame dei danni riportati dalla vettura potrà essere utile per stabilire la velocità cui viaggiava. Sull’asfalto la municipale non ha rilevato tracce di frenata. Il che può essere spiegato in tanti modi, a partire dalla “sorpresa” del conducente davanti all’improvviso ostacolo. Hayden infatti, si sarebbe immesso su via Tavoleto con la sua bicicletta senza rispettare lo stop di via Cà Raffaello. Accanto al campione statunitense la municipale ha rinvenuto e sequestrato anche un iPod acceso.

 

To Top