motori

Nicky Hayden, uomo che lo ha investito: “E’ sbucato all’improvviso”

Nicky Hayden, uomo che lo ha investito: "E' sbucato all'improvviso"

Nicky Hayden, uomo che lo ha investito: “E’ sbucato all’improvviso”

ROMA – “Stavo andando al lavoro, poi lui è venuto fuori all’improvviso dallo Stop”. E’ la ricostruzione del 30enne di Morciano che mercoledì 17 maggio, sulla Riccione – Tavoleto, ha travolto il motociclista statunitense Nicky Hayden, ora ricoverato nel reparto Rianimazione dell’ospedale Bufalini di Cesena.

Come scrive il Resto del Carlino,

il giovane morcianese è assistito dagli avvocati Pierluigi Autunno e Francesco Pisciotti, con i quali ieri ha avuto un brevissimo colloquio. Pochissime parole, che fanno ben capire quanto sia ancora profondamente scosso dalla vicenda. La famiglia ha espresso massima solidarietà nei confronti di Hayden e dei suoi parenti, con la speranza che il 36enne americano possa superare nel migliore dei modi il terribile incidente.

Il compito di far luce sulla dinamica (e accertare le responsabilità dell’una e dell’altra parte) spetta ora agli agenti della Polizia.

Lo scontro – racconta sempre il quotidiano – è avvenuto all’altezza di via Ca’ Raffaelli, nella frazione Casette, pochi minuti prima delle 14. Stando ai primi accertamenti, pare che il 30enne stesse procedendo in direzione mare al volante di una Peugeot, quando a un certo punto è avvenuto l’impatto con l’ex campione del mondo della MotoGP in sella alla sua bicicletta. Per ora sembrano non esserci molti dubbi sul fatto che lo statunitense stesse provenendo dalla strada secondaria e stesse immettendosi sulla via Tavoleto.

Il conducente della Peugeot, che al momento non risulta essere indagato, è stato sottoposto all’alcoltest, che ha dato esito negativo. I primi accertamenti eseguiti dai vigili sono stati depositati in Procura.

To Top