motori

Valentino Rossi esce dall’ospedale: “Tornerò a correre, il 15 ottobre sarò in Giappone”

Valentino Rossi dimesso: "Il 15 ottobre sarò in pista al MotoGp del Giappone"

Valentino Rossi dimesso: “Il 15 ottobre sarò in pista al MotoGp del Giappone”

ANCONA – Valentino Rossi è uscito dall‘ospedale di Torrette di Ancona. Il campione di moto era stato ricoverato la sera di giovedì 31 agosto per una frattura di tibia e perone. Dopo l’operazione, che è andata per il meglio, Rossi ha lasciato l’ospedale e mosso i primi passi con le stampelle. Ora ad attendere il campione ci sarà un periodo di riabilitazione in un centro il cui nome è rimasto top secret.

Valentino Rossi non demorde: anche oggi, uscendo dall’ospedale di Torrette in carrozzina, accompagnato dai suoi familiari, il campione ha confermato l’obiettivo di tornare a correre il più presto possibile, al Gp del Giappone di metà ottobre, se non ad Aragon a fine settembre.

Questo nonostante lo stop obbligato di 30-40 giorni, tanti quanti – ha ribadito questa mattina il medico che l’ha operato, Raffaele Pascarella, direttore dell’Unità operativa di Ortopedia e Traumatologia – sono necessari per la ripresa. Potrà tornare a correre così presto? Hanno chiesto i giornalisti al medico:

“Non ho la sfera di cristallo – ha risposto Pascarella – Dipende da lui, se se la sente. Ma quando si va in moto non basta schiacciare l’acceleratore, le gambe servono”.

Valentino continuerà ad essere seguito dall’equipe dell’Ortopedia di Ancona, dove tornerà a fare le visite di controllo.  L’incidente avuto nella giornata di giovedì ha provocato a Rossi una frattura gamba, la stessa che si era rotto nel 2010 nel circuito del Mugello in Toscana. Allora però, racconta il campione, il dolore fu decisamente superiore. Il campione poi non si da per vinto e mostra tutto il suo ottimismo, tanto da aver già annunciato di essere pronto a tornare in pista per il MotoGp del Giappone il prossimo 15 ottobre.

To Top