Musica

Alanis Morissette truffata dal suo manager: “Le ho rubato 5 mln”

Alanis Morissette truffata dal suo manager: "Le ho rubato 5 mln"

Alanis Morissette truffata dal suo manager: “Le ho rubato 5 mln”

LOS ANGELES – Ha iniziato ad accantonare piccole somme di denaro nel 2010, sotto la voce “spese personali”. A gennaio 2014 il bottino ammontava a 5 milioni di dollari. Così Johathan Todd Schwartz ha truffato Alanis Morissette. Dopo anni di menzogne e sotterfugi l’ex manager della star ha infine confessato dinanzi alla corte federale di Los Angeles.

Fino a mercoledì scorso Schwartz, che si è occupato delle finanze della cantante dal 2009 al 2016, aveva sempre negato ogni addebito. Dopo le prime accuse mentì dicendo di aver investito quei soldi in un business illegale di marijuana. Infine, messo alle strette, ha deciso di cooperare e assumersi le proprie responsabilità. Se sarà condannato per frode, dovrà scontare dai 4 ai sei anni di prigione.

La vicenda ha inizio a maggio del 2010 quando Alanis Morissette gli affida il delicato compito di occuparsi dei cuoi conti e organizzare i pagamenti. Nell’arco di quattro anni le ha sottratto la bellezza di 4.8 milioni di dollari. Se alla cifra si aggiungono anche i soldi rubati ad altre due celebrità, i cui nomi non sono stati fatti, il gruzzolo è ben più sostanzioso.

La cantante canadese si è accorta della frode solo dopo aver assunto un nuovo manager, che ha subito notato le elevate discrepanze dei suoi conti. Schwartz allora ha cominciato a inanellare una lunga serie di bugie, rivoltando le accuse contro la Morissette, che a suo dire avrebbe stornato quei milioni per investirli in un losco affare di droga.

Alla fine la verità è venuta a galla: il prossimo 1 febbraio Schwartz dovrà comparire dinanzi a un giudice. Tecnicamente rischia una pena massima di 23 anni, ma è probabile che in cambio della collaborazione abbia negoziato una pena tra i 4 e i 6 anni.

To Top