Blitz quotidiano
powered by aruba

Concerto 1 maggio 2016 blindato: metal detector e zona rossa

ROMA – Un 1° maggio 2016 blindato quello del tradizionale concerto a Roma e Angelus di Papa Francesco durante la visita dei pellegrini per il Giubileo. In piazza San Giovanni, dove ogni anno si riversano centinaia di migliaia di ragazzi per assistere alla kermesse musicale, sarà allestita un’area di sicurezza transennata con quattro varchi d’accesso, tutti controllati anche con metal detector come avviene ormai in gran parte delle aree considerate ad alto rischio in seguito agli attacchi terroristici in Europa.

La Questura di Roma ha anche disposto bonifiche antiterrorismo. La stazione “San Giovanni” della linea A della metropolitana sarà chiusa a partire dalle 15, mentre il Campidoglio ha predisposto il prolungamento dell’orario di chiusura di tutte le linee (A, B e C) fino all’1,30 con gli autobus che saranno in strada, invece, fino alla mezzanotte.

Sono queste le principali misure di sicurezza del piano predisposto dalle forze dell’ordine, alle quali si aggiunge anche la chiusura dello spazio aereo sulla Capitale. Il Notam (Notice to airmen) – come già avvenuto in passato in casi simili – vieterà per alcune ore il sorvolo della città a droni, elicotteri ed altri velivoli.

La giornata di festa prevede anche numerosi appuntamenti e rassegne in tutta la città. Per questo il prefetto Franco Gabrielli ha predisposto un’ordinanza che vieta il trasporto di armi, munizioni, esplosivi, altri materiali tossici e carburanti il 30 aprile e il primo maggio lungo le vie adiacenti l’area di piazza San Pietro, dove si svolgerà non solo il consueto Angelus domenicale ma anche il Giubileo della Famiglia Militare e di Polizia, evento al quale sono attesi numerosi partecipanti. Si tratta di disposizione messe in atto dal Prefetto anche in passato per eventi simili, come all’apertura della Porta Santa o all’arrivo delle spoglie di San Pio.

Sono già partiti, inoltre, i controlli delle forze dell’ordine che stanno procedendo alla bonifica delle aree limitrofe a piazza San Giovanni e piazza San Pietro. In occasione del concerto, infine, l’Ama – la municipalizzata per i rifiuti – ha predisposto servizi e interventi straordinari con una task force composta complessivamente da 150 operatori e 50 mezzi che saranno al lavoro già dai minuti successivi alla conclusione dell’evento per rimuovere dalla piazza e dalle strade limitrofe i rifiuti accumulati.