Musica

Jimi Hendrix è stato ucciso? Quella voce sul manager Mike Jeffery…

Jimi Hendrix è stato ucciso? Quella voce sul manager Mike Jeffery...

ROMA – Jimi Hendrix è stato soffocato a morte da sicari assunti dal suo ex manager che sperava di incassare la sua assicurazione sulla vita da un milione di dollari: è la nuova teoria complottista sulla morte del chitarrista.

La rockstar è stata trovata morta in un appartamento a Notting Hill, a Londra, il 18 settembre 1970 all’età di soli 27 anni. I test sul suo corpo hanno trovato che era soffocato a morte per il suo vomito dopo aver consumato una miscela di vino rosso e sonniferi.

Ma nonostante l’inchiesta non si è mai arrivati a un verdetto definitivo, per cui la morte di Hendrix ancora oggi rimane un mistero.

Nel corso degli ultimi 47 anni, un po ‘di amici e colleghi di Jimi hanno parlato delle sue ultime ore – cercando di puntare il dito contro il suo manager britannico Mike Jeffery. Uno di loro insiste sul fatto che un sospetto ex uomo della CIA abbia confessato l’omicidio un anno dopo la morte del chitarrista.

Hendrix era uno dei musicisti più pagati al mondo alla fine del 1969, dopo il festival di Woodstock – con un patrimonio netto di 175 milioni di dollari.

Ma dopo mesi di abuso di droga pesante e concerti saltati, c’era più pressione che mai sulla stella di Seattle. Il cantante di Hey Joe aveva lasciato la sua band Jimi Hendrix Experience e si era unito con il vecchio bassista Billy Cox e il batterista Buddy Miles per registrare un album “live”, ​​che formavano la Band of Gypsys.

Jeffery non era contento dell’etica del lavoro di Hendrix e stava cercando di ottenere offerte a lungo termine per pagare le spese. Al terzo concerto della nuova band nel gennaio 1970, Jimi aveva lasciato il palco dopo appena tre canzoni.

Il compagno di band Miles ha poi affermato che Jeffery aveva dato Lsd ad Hendrix, nel tentativo di sabotare la nuova band. Jeffery a quel punto costrinse Miles e Cox a uscire dal gruppo.

Hendrix fu poi costretto a riformare la sua vecchia band. Tornò a casa sua a Londra e raccontò di come avrebbe fatto cadere Jeffery come manager. Secondo Sharon Lawrence, giornalista amico di Hendrix e confidente, gli avrebbe detto: “Michael Jeffery mi ha detto fin dall’inizio che avrebbe gestito la cosa, invece mi sta vendendo”.

Giravano voci di un paradiso fiscale segreto alle Bahamas in cui Jeffery aveva presumibilmente nascosto fondi.

E in un segmento del libro del 2000 di Alex Constantine, “Il Covert guerra contro la roccia”, si legge: “Amici di Hendrix hanno confiscato documenti finanziari dal suo ufficio di New York e li hanno consegnati a Jimi: ‘One ha dimostrato che quello che doveva essere un concerto da 10.000 dollari ha avuto un incasso da 50mila”.

Secondo lo storico R. Gary Patterson: “Jimi Hendrix era sconvolto dal fatto che grandi quantità di suoi soldi mancavano”.

Il 18 settembre del 1970, il chitarrista è stato trovato esanime dalla sua presunta fidanzata Monika Dannemann nel suo appartamento a Notting Hill. E ‘stato portato all’ospedale di Santa Maria Abate in ambulanza, ma è stato successivamente dichiarato morto.

La donna aveva affermato che si erano scolati insieme una bottiglia di vino prima di prendere entrambi sonniferi e di andare a letto nelle prime ore del mattino.

To Top