Musica

Morrissey denuncia poliziotto di Roma: “Mi ha puntato la pistola addosso”. Ma era contromano…

Morrisey denuncia poliziotto di Roma: "Mi ha puntato la pistola addosso"

Morrisey denuncia poliziotto di Roma: “Mi ha puntato la pistola addosso”

ROMA – Morrissey denuncia poliziotto di Roma: “Mi ha puntato la pistola addosso”. Brutta avventura per l’ex frontman degli Smiths Morrissey a Roma, città fra l’altro eletta da diversi anni a sua seconda casa. Il cantante ha denunciato un poliziotto che gli avrebbe puntato la pistola addosso durante un controllo di routine mentre era insieme al nipote Sam Esty Rayner a Via del Corso, fuori da un Nike store.

Diversa la versione della polizia: Morrissey avrebbe imboccato via del Corso contromano da Via della Frezza a bordo di una 500 facendo scattare i controlli antiterrorismo e le normali procedure di identificazione dal momento che era sprovvisto di documenti.

“Mi sono ritrovato con una pistola puntata addosso senza alcun motivo”, ha dichiarato Morrissey nel post sul suo profilo Facebook. “Non ho in alcun modo violato la legge o assecondato un comportamento sospettoso”, si è infuriato Morrissey che però era sprovvisto di documenti d’identità e, contrariamente a quanto accade in Gran Bretagna, non poteva rifiutarsi di esibirli o circostanziare le sue generalità.

L’accaduto ha catturato l’attenzione di numerosi passanti, e ha suscitato l’ilarità dei fan, che hanno sostenuto Morrissey trasformando la vicenda in un meme per la pronta condivisione. Il poliziotto accusato, la cui foto è stata pubblicata dal nipote di Morrissey, lo avrebbe redarguito con alto tono di voce minacciandolo a suon di “So chi sei”. Alcuni testimoni, preoccupati, avrebbero preso le difese di Morrissey e filmato il tutto. (Huffington Post)

To Top