Blitz quotidiano
powered by aruba

Paul McCartney confessa: “Quando Beatles si sono sciolti…”

LONDRA – Paul McCartney dopo che i Beatles si sciolsero cercò rifugio nell’alcol. A raccontarlo è lo stesso bassista della band ai microfoni della Bbc, per una intervista in cui svela i capitoli meno conosciuti della sua vita. Paul McCartey ha dichiarato di essere stato colto da una profonda depressione dopo lo scioglimento della band, di aver cominciato a bere e accarezzato l’idea di abbandonare la musica per sempre.

Il sito TgCom 24 scrive che il bassista e cantante dei Beatles ha raccontato, quasi fosse una confessione, il periodo più buio della sua carriera musicale:

“Ho cominciato con un bicchierino…è stato bello all’inizio, poi ho capito che qualcosa non andava, volevo tornare indietro…” Ai microfoni della BBC Radio 4 Mastertapes, per parlare della sua carriera dai tempi dei Beatles ad oggi, fino alla sua recente collaborazione con Kanye West, il musicista 73enne ha quindi svelato uno dei capitoli più oscuri della sua vita. “E’ stato difficile capire cosa avrei fatto dopo i Beatles. Sono entrato in crisi e mi sono dato all’alcol. Stavo rompendo con gli amici di una vita…”.

I Beatles si sono ufficialmente divisi nel 1970 dopo l’uscita di Let It Be, ma i problemi tra loro erano già cominciati un anno prima, quando la band aveva nominato Allen Klein come loro manager, contro il volere di Sir Paul. Da quel momento in poi nel gruppo erano cominciati i dissapori e le controversie fino alla citazione in giudizio da parte di McCartney degli altri membri della band. Poi la”fuga” di Sir Paul in Scozia: “Ero così depresso che non sapevo più se avevo intenzione di andare avanti con la musica… è stata Linda a convincermi a creare The Wings”.

(Foto Facebook)

Immagine 1 di 5
  • Paul McCartney confessa: "Quando Beatles si sono sciolti..."
Immagine 1 di 5

PER SAPERNE DI PIU'