Blitz quotidiano
powered by aruba

Prince, casa di Paisley Park diventa un museo aperto al pubblico

MINNEAPOLIS – La casa e lo studio di registrazione di Prince di Paisley Park, Minnesota, presto diventeranno un museo aperto al pubblico. Lo ha annunciato oggi Bremer Trust, l’ente fiduciario incaricato del controllo dei beni dell’artista, trovato morto nell’ascensore di casa proprio a Paisley Park lo scorso 21 aprile per una overdose accidentale dell’oppioide fentanil.

Dal 6 ottobre i visitatori, in gruppi formati da 25-30 persone, potranno accedere alla proprietà della star per 70 minuti, secondo il piano industriale presentato dalla società alla città, che dovrà dare il suo ok in un’udienza pubblica in programma il 20 settembre.

Il prezzo del biglietto sarà di 38,5 dollari. Le visite guidate porteranno gli spettatori attraverso le sale di Paisley Park, tra cui lo studio di registrazione e di mixaggio dove Prince ha registrato, prodotto e mixato la maggior parte dei suoi più grandi successi.

Il tour include visite alle lussuose stanze dove Prince ha montato i suo video musicali e dove faceva le prove pre-concerto. Inoltre sarà possibile visitare il suo club privato e una sala dove preparava tutti i suoi tour. La visita permetterà anche di ammirare centinaia di oggetti provenienti dagli archivi personali dell’artista, come parte dei suoi costumi utilizzati durante i concerti, i premi vinti, i suoi strumenti musicali, oltre a video e registrazioni inedite.

Immagine 1 di 20
  • Conrad Murray al medico di Prince: Trovati un buon avvocato03
  • Jamie Lee Curtis: "Prince? Lo capisco, anche io ero tossica"
  • La copertina dell'album 'Parade', 1986
  • In this May 2, 1990 po Prince performs a benefit concert for the family of Charles (Big Chick) Huntsberry in Minneapolis
Immagine 1 di 20

 


TAG: ,