Musica

R. Kelly, bufera sul rapper: “In casa ha un harem di schiave”

R. Kelly, bufera sul rapper: "In casa ha un harem di schiave"

R. Kelly, bufera sul rapper: “In casa ha un harem di schiave”

CHICAGO – E’ bufera su R. Kelly, il cantante R&B e più volte vincitore di Grammy Awards. Secondo quanto rivelato da una lunga inchiesta pubblicata su Buzzfeed, l’artista si sarebbe attorniato nelle sue case di Chicago e Atlanta un harem di schiave del s***o. Tutte ragazze giovanissime, attratte dal suo successo e disposte a sottomettersi al rapper. Ma la polizia non può fare nulla perché sono tutte maggiorenni e dunque consenzienti.

Sembra una storia di papi e olgettine: le “babies”, come verrebbero chiamate in casa le ragazze, vivono a completa disposizione del “daddy” (R. Kelly), chiedono il permesso persino per andare in bagno e si concedono a costanti rapporti con l’artista sotto l’occhio di una videocamera. Il cantante di “I believe I can fly” nega categoricamente ogni accusa e parla di “notizie false e diffamatorie”, minacciando querele a destra e a manca. Ma secondo il racconto di alcuni genitori preoccupati per le giovanissime figlie finite nell’harem del rapper, lo scenario è a dir poco inquietante.

Sempre secondo Buzzfeed, le ragazze sarebbero state private anche dei loro telefoni cellulari per impedire loro di mettersi in contatto con amici e famigliari. Sono controllate h24 e punite “sia verbalmente che fisicamente” se non obbediscono.

Non è la prima volta che R. Kelly finisce al centro di simili scandali. Alcuni anni fa era stato accusato di girare film pedopornografici. Le accuse poi caddero nel vuoto. Ma già nel 1994 fece scalpore il matrimonio con la cantante Aaliyah, spacciata per 18enne al momento delle nozze e in realtà appena 15enne. La giovane artista è scomparsa sette anni dopo in un disastro aereo.

To Top