Musica

Rudy Rotta, è morto il chitarrista blues

Rudy Rotta, è morto il chitarrista blues

Rudy Rotta, è morto il chitarrista blues

VERONA – Il chitarrista blues Rudy Rotta, 66 anni, è morto. Recentemente The Australian Blues Magazine l’aveva definito “molto probabilmente il miglior chitarrista che l’Europa ha da offrire in ambito blues”.

Rudy Rotta, grande bluesman, era ospite abituale dei palchi della Riviera Ligure e già nel 1990 aveva ricevuto una “Menzion d’onore” a Sanremo Blues come miglior chitarrista italiano del momento.

La carriera di Rudy Rotta è costellata di tappe memorabili, dalla partecipazione al Montreux Jazz Festival sullo stesso palco con B.B. King a quella al Kansas City Blues Festival con nomi del calibro di Brian Setzer e Peter Green, fino alle collaborazioni con John Mayall, Brian Auger, Robben Ford e tantissimi altri.

San raffaele

Così lo ricorda l’Arena di Verona: Un uomo solo contro tutti, contro tutte le ipocrisie e le falsità di questo mondo. Così era Rudy Rotta, nella sua grandezza di artista, nel suo universo fatto di musica, di sogni e di speranze. Speranze che si sono spente ieri pomeriggio dopo una breve ma dura lotta contro un terribile male. Vedendo sul palco l’energia che riusciva a tirare fuori da quel fisico magro, nervoso ed apparentemente in ottima salute ci si chiedeva come fosse possibile che a 66 anni avesse ancora la forza e l’impeto per calamitare intere platee di tutta Europa.

To Top