Blitz quotidiano
powered by aruba

Stefano Picchi al Festival di Sanremo con una canzone sui testi di Papa Francesco

SANREMO – Una canzone scritta utilizzando testi di papa Francesco: è quella che verrà presentata al festival di Sanremo da Stefano Picchi, cantautore toscano, che ha detto di aver scritto fin dal 2013 a Bergoglio per sottoporgli l’idea. “Ama e dimentica“, scritta musicando testi già esistenti del Pontefice, per il cui uso in musica Picchi ha avuto un via libera dal Vaticano, viene definita una preghiera pop, un messaggio di pace universale. “Sono felice e onorato di aver potuto musicare un testo così profondo che esprime un messaggio di pace e aggregazione”, dice Picchi.

Il cantautore, tre album e una partecipazione a Sanremo 2004, nel 2012 ha pubblicato il singolo Marco piega a mille all’ora dedicato al campione di motociclismo scomparso il 23 ottobre in un incidente sul circuito di Sepang, Marco Simoncelli. I proventi economici del brano sono stati destinati dall’artista toscano alla fondazione MarcoSimoncelli 58 onlus, con il beneplacito della famiglia.

Wikipedia ci racconta chi è Stefano:

Inizia a scrivere le sue prime canzoni all’età di 8 anni. All’età di 10 anni intraprende lo studio del pianoforte, che proseguirà fino all’età di 22.

Nel 1992 si iscrive come oboista al Conservatorio Luigi Boccherini di Lucca, che frequenterà per cinque anni. Nel 2001 raggiunge la finale del Festival di San Marino con il brano Ciao Charlie.

Ha partecipato al Festival di Sanremo 2004 con il brano Generale Kamikaze, aggiudicandosi il settimo posto.

Ha aperto con la sua band i concerti italiani di Alicia Keys nel 2004. Dopo una breve tournée teatrale per promuovere il suo primo album è tornato sul palco del Lucca Summer Festival nel 2008 come apri concerto di Patty Pravo, presentando il suo secondo album, “Il muro delle rose”. Nel luglio 2011 ha aperto le date del tour italiano di George Benson