Musica

Tiziano Ferro parla di omosessualità e si commuove VIDEO

Tiziano Ferro parla di omosessualità e si commuove

Tiziano Ferro parla di omosessualità e si commuove

MILANO – Tiziano Ferro mercoledì 30 dicembre è andato in onda in prima serata su RaiUno con “Lo Stadio”, uno speciale a lui dedicato registrato durante un concerto allo stadio San Siro di Milano. Come mostra il filmato pubblicato da LaPresse e rilanciato dal Corriere della Sera Ferro, durante la serata ha raccontato della sua omosessualità e si è commosso.  “Penso che si debba cominciare a parlare di libertà dei sentimenti” ha spiegato l’artista, nato a Latina il 21 febbraio del 1980.

Tiziano ha deciso di fare coming out dichiarando la sua omosessualità e diventando così un’icona gay. In una vecchia intervista con Vittorio Zincone su Sette (Corriere della sera), Ferro ha parlato di come si sentiva prima, quando non aveva ancora detto al mondo di essere omosessuale.

“Stavo male. Volevo smettere di fare questo mestiere: mi sembrava ingombrante e privativo. Ho trovato affetto e bellezza. Ho capito che ero stato per molti anni una testa di cavolo con troppe paranoie. A un ragazzo che si trova nella mia situazione consiglierei di non perdere tempo. Si vive molto meglio”.

Tiziano Ferro ha spiegato che almeno nelle sue intenzioni non c’era quella di diventare un’icona gay, perché non crede nelle star troppo politicizzate:

“Ho rivelato la mia omosessualità per fare un favore a me stesso. E dicendo che vorrei stare con un uomo tutta la vita e avere un figlio credo di fare molto. Quando parlo di amore risolto e felice do già un segnale molto forte, il più difficile da accettare per chi non vive bene la propria omosessualità. C’è un esercito silente che accoglie più volentieri un messaggio così, che uno slogan ruvido contro gli omofobi”.

 

To Top