Blitz quotidiano
powered by aruba

Vasco Rossi patteggia multa per droga per fatti di 7 anni fa

BOLOGNA – Vasco Rossi ha patteggiato, scrive l’Ansa, una pena pecuniaria a Bologna per violazione della legge sugli stupefacenti, per fatti del 2009. La sentenza si riferisce a sette anni fa: su richiesta delle parti, nei confronti del cantante è stata applicata da un Gip una pena di alcune migliaia di euro di multa, in sostituzione di tre mesi di reclusione. Patteggiamento anche per un suo collaboratore, Massimiliano Barbieri.

A Rossi, difeso dall’avvocato Guido Magnisi, era contestata la violazione della legge sulle droghe, nella fattispecie della lieve entità: era accusato in pratica di aver condiviso cocaina. I fatti risalgono a prima della malattia e della disintossicazione del rocker. Della sentenza si apprende oggi, dopo che negli ultimi giorni sono circolate nelle redazioni di alcuni organi di informazione lettere anonime che parlavano di una condanna per droga per Vasco, per festini a base di cocaina.

Gilberto Dondi scrive sul Resto del Carlino maggiori dettagli su questa lettera anonima:

L’anonimo scrive infatti che il rocker sarebbe stato condannato per festini a base di cocaina. Nulla di più falso. In realtà, Vasco Rossi non ha pendenze con la giustizia recenti. Nel lontano 2009 ha patteggiato tre mesi per droga (commutati in una multa di alcune migliaia di euro), prima che si manifestasse la malattia che tempo fa ha tenuto in ansia milioni di fan e dalla quale la rockstar è uscita completamente guarita.

Immagine 1 di 20
  • Vasco Rossi (foto Ansa)(foto Ansa)
  • (foto Ansa)
  • Vasco al Tg1: "Marco Pannella mio alter ego..."
  • Vasco Rossi (foto Ansa)
Immagine 1 di 20