Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE David Bowie morto. Il rock piange il Duca Bianco

LONDRA – Il rock perde una delle sue leggende. David Bowie è morto nella notte tra domenica 10 e lunedì 11 gennaio. Aveva appena compiuto 69 anni e si è arreso dopo una lunga lotta contro il cancro.

Solo due giorni fa, l’8 gennaio, in coincidenza con il suo compleanno  era uscito l’ultimo album del musicista, Blackstar.

Contemporaneamente era uscito anche il nuovo video, Lazarus, in cui il Duca Bianco, già pesantemente segnato dalla malattia,  appare come l’amico di Gesù che avvolto dalle bende risorge dalla morte. Difficile, quasi impossibile a questo punto, non vedere nel brano una sorta di saluto e di testamento dell’artista.

“Dopo 18 mesi di lotta contro il cancro se ne è andato serenamente circondato dalla sua famiglia”, si legge nel profilo twitter ufficiale di David Bowie.

Con la morte di David Bowie la musica rock perde una delle sue colonne. Con oltre mezzo secolo di carriera, Bowie ha segnato la storia della musica e l’immaginario collettivo degli ultimi 50 anni. Dal folk acustico all’elettronica, passando attraverso il glam rock, il soul e il krautrock, David Bowie ha lasciato tracce che hanno influenzato profondamente decine di artisti.

Immagine 1 di 9
  • david-bowie-morto-9 La copertina dell'album "Earthing" (1997)
  • La copertina dell'album "Aladdin Sane" (1973)
  • La copertina dell'album "Heroes" (1977)
  • La copertina dell'album "Pin Ups" (1973)
  • La copertina dell'album "Zuggy Stardust" (1972)
  • La copertina dell'album "Hunky Dory" (1971)
Immagine 1 di 9


PER SAPERNE DI PIU'