Blitz quotidiano
powered by aruba

Attentato a Nizza. Non lasciateci soli con loro

Attentato a Nizza. Non lasciateci soli con loro.

Vi ricordate quella frase provocatoria che apparse su di un muro non tanto tempo fa “IMMIGRATI NON LASCIATECI SOLI CON GLI ITALIANI”, per ironizzare su chi tanto favorevole a questa immigrazione di massa in realtà non è? Oggi siamo di nuovo qui a piangere 84 (per ora dato che almeno 20 persone versano in condizioni disperate) vittime della follia di una delle persone che “non dovrebbe lasciarci soli”.
Bambini, bambini tra le vittime. Bambini che stavano solamente guardando i fuochi d’artificio.
Siamo pronti oggi per l’ennesima sfilata di dichiarazioni di capi di Stato, di finte lacrime di coccodrillo, dell’intensificheremo i controlli e del…ma non tutti sono terroristi.
Un dettaglio il fatto che un tunisino abbia giocato a bowilg sulla folla alla guida di un tir facendo saltare le persone come fossero birilli. Un dettaglio che le forze dell’ordine si stiano sincerando della possibile presenza di altri attentatori. Un dettaglio che la Promenade des Anglais assomigli più a un campo di battaglia che al lungomare famoso in tutto il mondo.
E noi? Noi non vogliamo rimanere soli. Perchè fa molto Boldrinistyle voler accogliere tutti gli immigrati che i barconi scaricano sulle nostre coste. Fa molto buon samaritano forse voler integrare la cultura di chi vorrebbe sottomettere la nostra.
Non si possono nascondere le nostre paure dietro un dito, perchè tutti hanno paura. Hanno paura, dopo ogni attentato che si registra in Europa, che il prossimo attacco terroristico colpisca l’Italia. Siamo stati graziati fino ad ora forse per il semplice fatto che il radicamento della cultura mussulmana in Italia non è poi così forte come in altri Paesi d’Europa. Francia in primis. Ora però c’è da decidere se le politiche scellerate sull’immigrazione adottate dai nostri governanti negli ultimi anni debbano registrare un repentino cambio di rotta o permettere che il nostro Paese faccia la fine della Francia, sotto perenne attacco terroristico.
Dobbiamo solo sperare che dai piani alti capiscano che non dobbiamo essere lasciati soli si, ma con gli immigrati.