Blitz quotidiano
powered by aruba

Islam, la ruspa scema: vietagli la moschea, avrai la jihad

La foto di di Lucio Fero

Leggi tutti gli articoli di Lucio Fero

isis (2)ROMA – Islam, musulmani in Italia, anzi nel Veneto (stessa storia in Lombardia). Musulmani in Italia e la ruspa, scema. La ruspa che è nella testa e nei governi a matrice e guida leghista che ai musulmani vietano costruirsi moschee e così allevano casalinga jihad. Pensano di essere duri e non “buonisti”. Non capiscono che l’alternativa, la prima alternativa, non è tra buoni e cattivi. E’ tra fessi contenti e orgogliosi di esserlo e gente capace, non ci vuol molto, a fare due più due fa quattro anche in politica.

Un libro di storia magari no, fa fatica e poi chissà chi l’ha scritto, magari un “forestiero”. Però almeno un film, quello bello dello scozzese che piaceva tanto al Bossi. In quel film si vedeva come gli inglesi cattivi ogni volta che davano addosso agli scozzesi poi si ritrovavano con scozzesi sempre più nemici e pericolosi…

Afferrato, non ancora? Magari un fumetto, un Tex Willer dove ad ogni fascicolo si vede che gli indiani se gli lasci il loro calumet, le loro danze e tradizioni poi diventano quasi come i bianchi o almeno come tali si comportano? Magari una favola per bambini, di quelle dove si insegna che è inutile e controproducente far di tutto per mandare Cenerentola al ballo?

Niente, al ruspa non ce la fa. Non è nella sua natura pensare. Neanche un pensiero cortissimo. Se fai una legge dove con la scusa del “paesaggio” (così c’è scritto nell’intestazione della legge della Regione Veneta) imponi a chi vuole costruirsi una moschea di pagarsi strade, parcheggi, urbanizzazione, insomma una cittadina oltre al luogo di culto. E poi aggiungi che non basta, che ci vuole il parere non solo “urbanistico” ma anche quello “umorale”. Cioè bisogna sottoporre a referendum popolare la moschea sì o no (certezza del no). Ecco se fai questa legge che musulmani ti aspetti di avere poi in casa?

Nella migliore delle ipotesi della gente offesa, ferita, umiliata. Che prima o poi, magari alla seconda generazione, trasformerà l’umiliazione in rivolta. E’ ovvio che vada così, matematico, è sempre accaduto e sempre accadrà se sei così “astuto” da negare agli “altri” libertà civili e religiose, gli “altri” finiranno per odiare libertà civili e religiose.

A meno che gli “altri”, nel caso in specie i musulmani in Veneto e in Lombardia e in Italia non li cacci, espelli (elimini?) tutti. E’ questo il sogno segreto (neanche tanto) della ruspa quando dorme e ronfa. Ma la ruspa da sveglia, la ruspa legiferante sa (neanche tanto) quel che dice, non sa quel che fa.

Insegnare l’italiano agli immigrati musulmani, dissuadere, impedire, stroncare ogni manifestazione visibile di sharia, di legge islamica vissuta e praticata sul territorio italiano. Porre la tolleranza religiosa e l’eguaglianza davanti alla legge senza distinzione di e religione davanti alla legge come aut aut per la permanenza in Italia. O accetti tu musulmano principi e regole di vita pubblica che pure non sono nella tua religione o non puoi essere cittadino europeo. Così ci si costruisce la sicurezza, col cemento, il regolo, le travi…Con la ruspa, scema, butti giù tutto, anche casa tua.