Blitz quotidiano
powered by aruba

Papa sdogana teoria complotto per mondo gay. Dice “gender” ma…

La foto di di Lucio Fero

Leggi tutti gli articoli di Lucio Fero

ROMA – Papa Francesco non ha solo detto che la diversa e precisa identità è alla base della missione umana ed è fondamento del matrimonio. E neanche ha solo detto che il matrimonio è in pericolo su scala mondiale perché aggredito e corroso da culture, usi e costumi tanto avversi quanto dannosi. Fin qui è il messaggio cattolico, l’etica e la morale cattolica sono in queste frasi. Frasi di dottrina e di morale, frasi di un Papa cattolico, concetti e principi non ignoti, anzi secolari. Che Papa Francesco ripropone perché il suo marcato riformismo della Chiesa istituzione non tocca e non riguarda appunto i capisaldi della dottrina e dell’etica cattoliche. Papa Francesco non ha detto solo l’ovvio e il doveroso per un Pontefice di Santa Romana Chiesa. Ha detto questo usando, a clamoroso sproposito, la parola “gender”.

La teoria gender, la cosiddetta teoria gender ha un presupposto, un postulato, un fondamento, qualcosa che ne costituisce l’anima, il corpo e la sostanza. E questo qualcosa è la convinzione, la certezza (o la psicosi o l’ossessione o la fobia) che esista un complotto su scala planetaria per realizzare un mondo, se non interamente gay, di certo ad egemonia e maggioranza gay. Varianti della teoria gender assegnano la regia di questo complotto o direttamente al Maligno (sì, il diavolo), oppure all’insana alleanza in terra tra gay appunto, massoni, quanto resta dei comunisti, ebrei ovviamente e devianti e deviati di altre minori tipologie.

Tracce sempre clamorosamente denunciate ma mai effettivamente reperite del complotto e della teoria gender sarebbero nei libri di testo nelle scuole, libri dove verrebbe inculcata la indifferenza , cioè ciascuno verrebbe subdolamente invitato ad essere maschio e femmina insieme in uno stesso corpo. Contro questi testi comitati di cittadini, genitori, perfino qualche sindaco. Ogni volta però che si esamina la prova del reato, il libro di testo contenente in teoria la teoria gender, si constata che al massimo si può leggere che uomo e donna sono umani allo stesso titolo. E’ questo che disturba e sconvolge?

La teoria gender nei fatti non esiste, però esiste eccome nelle paure, ansie (anche sessuali) di un sacco di gente come usava dire una volta “timorata di dio”. Nessuno predica o lavora ad un mondo tutto gay (tranne qualche estremista santone dell’omosessualità, qualche fuori di testa e misura c’è ovviamente anche tra i gay). Non ci sono libri, opuscoli, centrali di propaganda sub liminare. Al massimo c’è una sociologia terra terra che ripete a pappagallo e spesso a spiovere la sua sensibilità per il diverso, al massimo c’è un linguaggio stereotipo che usa le formule più banali e vuote di ciò che più nobilmente fu il femminismo e che fa eco più o meno consapevole a qualche lobby gay (anche i gay hanno le loro).

Non c’è all’opera sul pianeta la teoria gender. E teoria gender significa azione e complotto in atto per un mondo tutto gay. Ma Papa Francesco ha usato proprio quella parola, quella e non altra. E usando quella e non altra parola dal suo alto e rispettabile magistero ha in qualche modo sdoganato la teoria del complotto in atto per un mondo gay. Ha fatto uscire questa allucinazione dal mondo dove abita (sette della cristianità e clan del web) e l’ha portata alla dignità di una frase del Papa.

Talvolta anche Omero dormiva…insegnavano nei ginnasi e licei. Talvolta anche un Papa attento, sensibile e rispettabile può usare a sproposito una parola, un concetto. Si può star ragionevolmente certi che Papa Francesco non creda all’esistenza reale di un complotto per un mondo gay. Si può star sicuri che Papa Francesco ragionevolmente attribuisca l’attacco e l’indebolimento del matrimonio come istituzione e primo mattone della società umana ad altri e ben più concreti e tangibili fenomeni sociali, economici e culturali, altri e ben più concreti del risibile e grottesco “infinocchiamento generale dell’umanità”. Si può star certi e sicuri che Papa Francesco soltanto come Omero ogni tanto…