Blitz quotidiano
powered by aruba

Pil e i suoi fratelli: numeri infami, venduti..Son pro Renzi

La foto di di Lucio Fero

Leggi tutti gli articoli di Lucio Fero

ROMA – Pil 2015 più 0,8 per cento, la prima volta da tre anni che il Pil italiano cresce. Deficit pubblico pari al 2,6 per cento del Pil. Ben sotto il tre per cento soglia massima europea. Pil più 0,8% quando appena poche settimane fa si era temuto e pianto lo 0,7% e su questo decimale in meno si era celebrata la ormai evidente Caporetto economica del governo. Ora il decimale in meno non c’è più.

Trecentomila, per la precisione 299 mila e dispari i posto di lavoro in più. I posti di lavoro, non i contratti. La crisi di posti di lavoro ne ha fatti perdere e sparire un milione. Trecentomila nuovi posti di lavoro sono stati creati l’ultimo anno. E mezzo milione sono i nuovi contratti di lavoro. Contratti, non posti. Mezzo milione di persone sono passate da un contratto precario ad uno a tempo indeterminato.

Milioni di proprietari di case non pagheranno miliardi di Tasi nel 2016. Nel 2015 la pressione fiscale è calata di decimali, solo uno 0,3 per cento, ma è calata. Decine di migliaia di lavoratori delle Forze dell’Ordine predono ogni mese a fine mese ottanta euro in più.

Un milione e mezzo di coppie di fatto, di cui qualche migliaio gay, sta per avere il diritto a vedere la loro unione legale, valida, civile.

Infine sarà anche pura e semplice fortuna e coincidenza ma il 90% degli sbarchi di migranti nell’ultimo anno sono avvenuti in Grecia e non in Italia.

Infine non è proprio un numero ma se l’Occidente va a difendere se stesso in Libia, se muove contro Isis a vantaggio anche dei libici, la missione sarà sotto guida italiana. E se qualcuno andrà a difendere la diga di Mosul in Iraq saranno i soldati italiani. Sono d’accordo l’Onu, gli Usa, i paesi arabi sia sunniti che sciiti.

Sono tutti numeri, quelli del Pil e si suoi fratelli forniti da Istat. Quelli di coppie di fatto, sbarchi e politica internazionale fornite dalle cronache.

Son numeri, mica chiacchiere, ma devono essere infami, bugiardi, traditori. Numeri che devono essere per forza venduti e comprati. Sono tutti numeri a favore, pro Renzi. Deve essere, non può che essere il complotto dei numeri.