Blitz quotidiano
powered by aruba

Scalfari, Unioni Civili e Ue: “Renzi non poteva far meglio”

La foto di di Lucio Fero

Leggi tutti gli articoli di Lucio Fero

ROMA – Eugenio Scalfari, editoriale su La Repubblica di domenica 28 febbraio 2016, una breaking news nel mondo della politica e della comunicazione. Si legge infatti: “Renzi ha scelto la via giusta, lo stralcio delle adozioni per far passare finalmente la legalizzazione delle coppie di fatto e unioni civili etero e omosessuali. Non poteva far meglio”.

Non è finita, non solo secondo Scalfari non hanno senso le grida di chi lamenta abbandoni e cedimenti da parte di Renzi della stepchild adoption, insomma dell’adozione nelle coppie gay del figliastro/a. Non solo Scalfari approva (“Non poteva far meglio”) il cuore, l’anima e il senso della legge che porta diritti e migliore qualità della vita a milioni di coppie di fatto e alla stessa condizione sociale degli omosessuali. Non solo Scalfari dà un dispiacere ai teorici (ce ne sono anche nel suo giornale) del “tutto o niente” in materia di diritti civili…

Non solo, Scalfari lascia i vari Speranza, Bersani, Cuperlo orfani dell’ultimo argomento di indignazione anti Renzi, anzi li lascia questa volta nel loro anti renzismo a prescindere negando ci sia “scandalo” nei voti di Verdini favorevoli alla legge.

Si legge infatti: “Questa critica della sinistra Pd mi sembra priva di fondamento. Se la sinistra ha accettato che Alfano facesse parte del governo non si vede perché non possa accettare Verdini che è perfino più ragionevole di Alfano…Dunque il preteso scandalo Verdini, a mio avviso, è inesistente e la discussione è oziosa”.

Si potrebbe aggiungere che l’argomento “indignato” della sinistra Pd oltre che “ozioso” è anche impreciso, contraffatto, sostanzialmente bugiardo. La sinistra Pd, guarda caso insieme a Forza Italia, grida al cambio di maggioranza avendo Verdini votato la fiducia al governo sulle Unioni Civili. Ma come qualunque manuale di politica minima insegna e come onestà intellettuale attesta, cambio di maggioranza si ha se fai passare una legge con i voti di chi prima in maggioranza non c’era essendo contemporaneamente venuti meno i voti di chi prima in maggioranza c’era. La sinistra Pd sulle Unioni Civili in maggioranza c’era o non c’era?

Se c’era, i voti di Verdini sono aggiuntivi e in nessun Parlamento si “schifa” una legge secondo chi la vota. Se invece non c’era, allora la sinistra Pd dica che la legge votata in Senato è una brutta legge, una legge che bisognava bocciare lasciando le coppie di fatto etero ed omo fuori legge. Lo dica ai milioni incarne e ossa che in coppie di fatto vivono.

Non basta ancora, Scalfari rileva e loda il documento del governo inviato all’Europa tutta in cui tra le cose da fare c’è quella di un Ministro e un Ministero Europeo del Tesoro. “Mi sono stropicciato gli occhi a leggere questo documento, la loro conclusione e il titolo che è tutto un programma…c’è qualcosa che somiglia molto agli Stati Uniti d’Europa…”.

“Aggiungo ancora che questo è il vero modo di rappresentare la sinistra…la sinistra ha il compito di porsi l’obiettivo di costruire l’Europa federata che riformisti e moderati devono far nascere insieme…la sinistra italiana deve porsi alla testa di questo ideale e farne una concreta realtà…”.

Dunque compito della sinistra, compito storico e non tattico, identità e non accidente della sinistra è l’Europa federale e riformista e bravo Renzi che finalmente ci lavora. Purtroppo per la sinistra e non solo per Scalfari c’è in Italia una consistente fetta di opinione e di ceto politico che si sente vera sinistra proprio nel rifiutare l’Europa federale e riformista. L’elenco è lungo: Rifondazione Comunista che da qualche parte c’è ancora, Sel, Sinistra Italiana, Civati col suo Possibile, Stefano Fassina, Sergio Cofferati, Maurizio Landini…E anche tanta Cgil, Susanna Camusso in testa.

E poi ci sono tanti nel Pd, gli anziani Massimo D’Alema, Pierluigi  Bersani, e i giovani Speranza e Cuperlo e i Gotor dimezza età che in Europa ci starebbero pure, all’Europa ci hanno pure lavorato, come ci stanno ai diritti delle coppie di fatto e ci hanno pure lavorato ma…Ma se le cose le fa Renzi le cose, quali che siano, non vanno perché Renzi è poco meno che il “male”, è comunque il virus alieno, l’usurpatore. Che dunque il virus non si rafforzi e che l’usurpatore cada è fine da perseguire con ogni mezzo (anche il contorcimento logico politico sulla legge Unioni Civili).

Ma perché breaking news l’articolo di Scalfari? Perché da due anni circa, da quando Renzi è presidente del Consiglio, mai un articolo di Scalfari era stato così favorevole nel giudizio al premier. Anzi erano sempre state legnate.