Marco Benedetto

Roma bloccata dai cortei. Appello a Minniti: proibisca le manifestazioni, le sposti fuori città

Roma bloccata dai cortei. Appello a Minniti: proibisca le manifestazioni, le sposti fuori città

Roma bloccata dai cortei. Appello a Minniti: proibisca le manifestazioni, le sposti fuori città (foto Ansa)

ROMA – Roma bloccata per l’intera mattinata di un giorno feriale da una manifestazione dei sindacati, traffico paralizzato, fermi anche un’ora in coda. Se già i cortei dei sabato sono disastrosi, una manifestazione alla Bocca della Verità di venerdì è un atto che non si può accettare.

Non c’entrano i diritti. Ogni diritto ha un limite nel diritto altrui, in questo caso nel diritto di alcuni milioni di cittadini di spostarsi senza ulteriori intoppi rispetto a quelli del traffico di una metropoli. Lavoratori contro lavoratori: chi le rimborsa a migliaia di lavoratori le ore perse perché sono arrivati in ritardo non per una prolungata sosta al bar ma in conseguenza dell’imbottigliamento nel traffico?

Appello al ministro Marco Minniti: proibisca tutte le manifestazioni,  cortei, sit in nei centri urbani. Ci sono spazi fuori città dove si possono concentrare i pullman, fare picnic, parlare liberamente.

Quando in Italia manifestare in piazza non era tanto semplice, si portava ad esempio della democrazia inglese lo Speaker’s Corner, l’angolo di Hyde Park dove chiunque poteva montare in piedi su una cassetta e sproloquiare.

Facciamo degli speaker’s corner in campagna. Ci sarà spazio per le riprese televisive, il messaggio potrà essere diffuso in tutta Italia. Nel nostro tempo, in cui i comizi sono un ricordo del secolo scorso, quello che conta è la televisione. La manifestazione in centro, peggio il corte, ha un solo scopo, quello di dare fastidio ai cittadini.

Trovata geniale degli organizzatori: la manifestazione in un giorno feriale, per fare davvero male alla città. Ancor più farlo di venerdì, offrendo ai manifestanti, dicono migliaia, un’occasione di un week end a Roma, dal venerdì alla domenica, a prezzi scontati. Di solito per garantirsi la riuscita gli organizzatori favoriscono l’affluenza con viaggi gratis o scontati e un buono pasto.

Risultato, mezza capitale impazzita. Nessuno sapeva niente, se non gli interessati e forse i vigili. Ma in una città come Roma c’è poco da fare. C’è una sola grande via di comunicazione, il Lungotevere, il resto è tutto strozzato, fra blocco dei Fori Imperiali e Ztl.

To Top