Blitz quotidiano
powered by aruba

Unioni civili, M5S: per odio a Pd..e per gioia di Gandolfini

La foto di di Mino Fuccillo

Leggi tutti gli articoli di Mino Fuccillo

ROMA – M5S sulle Unioni civili perché fa così? Uno può ritenere che l’unione civile tra omosessuali riconosciuta dalla legge sia un errore. E che gli eterosessuali in coppia se vogliono diritti e garanzie possono sempre sposarsi. E che massimo errore sia consentire alla coppia gay l’adozione del figliastro (stepchild adotion). Non è peccato mortale pensarla così. Se uno la pensa così la legge sulle Unioni civili al Senato la blocca come può e spera e lavora che la legge non venga votata mai o venga votata monca e amputata.

Ma questo “uno”, almeno stando alle dichiarazioni ufficiali di M5S, non è M5S. M5S ha detto per mesi: “Noi la legge la votiamo se resta integra, se il Pd cambia anche solo una virgola per cedere a Vaticano e Ncd noi non ci stiamo più…Non si azzardi il Pd a stralciare la stepchild adotion…”. Dopo mesi di questi ripetuti e tosti avvisi al Pd a non “inciuciare” sulla legge, i due garanti, Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio, si sono “assunti la responsabilità” di autorizzare i parlamentari M5S alla libertà di coscienza e di voto, soprattutto sulla stepchild adotion. Dunque la legge che non si doveva toccare neanche di una virgola (M5S) si può toccare, anzi non votare in una sua parte (M5S).

Subito dopo l’iniziativa dei garanti, M5S tramite gruppi parlamentari e Direttorio teneva a precisare e a far sapere: “M5S vota la legge, la votano il 90 per cento e passa dei senatori del MoVimento”, nessuno si azzardi a dire che M5S la legge la ostacola, nessuno si faccia alibi delle sue debolezze con presunte fughe di M5S dai suoi impegni.

Subito dopo queste rassicurazioni, M5S decideva e faceva sapere che M5S non votava emendamento Pd taglia emendamenti, il cosiddetto “canguro”. Se M5S non lo vota questo emendamento per questo emendamento probabilmente non c’è maggioranza in Senato. Quindi la legge sulle Unioni civili va in aula sotto l’affettatrice dei voti segreti e con la concreta prospettiva di non uscirne viva.

Dunque M5S fa una mossa che può affossare la legge che darebbe status giuridico e diritti alle coppie di fatto etero ed omo. Perché lo fa? Per i mai documentati accordi e pressioni tra Vaticano e M5S? Siamo dentro la fantapolitica? Per le sussurrate pressioni di Casaleggio un po’ bigotto e un po’ attento all’elettorato di destra? Può darsi, ma più di concausa queste non possono essere. Il vero motivo, il senso, il faro, la missione, il perché dei perché è che M5S fa così perché così la si mette a quel posto al Pd.

Pensare che il Pd sia avversario politico, anzi di più, sciagura per il paese, si può e non è peccato. Diffidare del Pd dove spesso non si mettono d’accordo neanche su che ora è, dove c’è una “destra” diciamo così troppo rappresentativa di tutti i segmenti della società, anche quelli dediti all’arraffo, e una sinistra che identifica giustizia sociale con tassa e spesa senza limiti, si può, eccome se si può. Ma fare del “Pd delendum est”, della distruzione solo e soltanto del Pd una ragione politica di esistenza, il solo fine, la sola missione è quel che di fatto fa M5S.

Lo fa sulle Unioni civili praticando la teoria e la prassi del chi se ne frega dei diritti civili di centinaia di migliaia di coppie di fatto, anzi non proprio chi se ne frega, peggio. La linea è: una botta al Pd e a Renzi valgono certo di più di quei diritti e di quelle persone (ne traggano un qualche insegnamento quelli che nel Pd con Grillo ci volevano fare un governo e quelli delle varie sinistre che si ostinano a considerare M5S compagni che sbagliano…e neanche tanto).

Lo fa M5S quello del distruggi il Pd e verrà il regno della giustizia e dell’abbondanza in ogni occasione e scelta politica. Fino al ridicolo di additare come propaganda 764 mila nuovi contratti di lavoro a tempo indeterminato nel 2015. Potranno essere non nuovi posti di lavoro ma solo trasformazioni da contratti precari a contratto fissi ma sono, esistono e ridicolmente il blog di Grillo li nega.

Lo fa M5S quello del distruggi il Pd e verranno il governo del popolo, il regno della giustizia e dell’abbondanza perché, forse Grillo e Casaleggio lo sanno e forse no, è sempre la stessa Storia. Storia con la maiuscola. Ripercorri la storia romana tra Repubblica e Impero, rileggi la storia della Rivoluzione francese e sempre ci sono quattro e quelle quattro aree e forme di pensiero e azione.

Una destra estremista e totalmente anti moderna, guardia se possibile armata del passato, si chiami esso monarchia, religione o tradizione.

Una destra costituzionale, conservatrice ma legalitaria, rispettosa dello Stato e della bilancia diritti-doveri. Questa destra nella Storia quasi mai si allea con quella estremista (in Italia più spesso sì) e comunque è radicata nei ceti intellettuali e delle professioni, tra la gente è minoranza.

Una sinistra che oggi chiameremmo riformista, una sinistra che talvolta sconfina al centro, ostinatamente democratica anche quando le masse di democrazia non vogliono saperne. Una sinistra radicata nei gruppi sociali a maggior scolarizzazione e reddito. Una sinistra che è ceto dirigente ma non sempre e non tutto popolo.

Una iper sinistra, sinistra e anche no secondo se medesima, che predica la distruzione di tutte le caste, che esalta come unico principio di governo e di azione l’umore popolare e che ama incarnarlo in un leader quell’umore. In un leader, un movimento, mai e poi mai in una istituzione, un Parlamento. Una iper sinistra/destra che appena e come può per vivere e svilupparsi deve mandare alla ghigliottina la sinistra riformista.

Ecco perché M5S lo fa, per istinto, cultura e Storia. Per odio al Pd che viene, è inscritto nei suoi cromosomi politici e culturali da secoli, da prima molto prima che M5S esistesse.

Per odio al Pd e per la gioia di Massimo Gandolfini, l’animatore del Family Day che infatti leva il calice all’ultima mossa di M5S. Anche la gioia dei Gandolfini è sempre la stessa Storia. M5S fa così perché i suoi antenati (tanti che M5S nemmeno lo sa quanti e quali sono) hanno sempre fatto così. Sempre per odio agli antenati del Pd e spesso per la gioia degli antenati dei Gandolfini.