Blitz quotidiano
powered by aruba

Atti PA, accesso negato. Potere batte cittadini 2-0. Il Consiglio di Stato ha detto ancora no al diritto di accesso

La foto di di Pierluigi Franz

Leggi tutti gli articoli di Pierluigi Franz

Atti PA, accesso negato. Potere batte cittadini 2-0. Il Consiglio di Stato ha detto no, per la seconda volta in due anni, al diritto di accesso agli atti della Pubblica Amministrazione. I comunicati e la propaganda sui giornali sbandierano trasparenza, ma alla fine tra Italia e resto del mondo civile resta la differenza che c’era fra il Regno delle Due Sicilie o il Regno di Sardegna e la Gran Bretagna o gli Stati Uniti d’America.

Con buona pace degli asseriti sforzi del Governo Renzi per migliorare la qualità dei rapporti fra Stato e cittadini e rendere un po’ più trasparenti gli atti del Potere.

La sentenza del Consiglio di Stato è del 14 lulgio 2016 e è stata depositata il 14 agosto. Il Collegio giudicante era formato da cinque magistrati e era presieduto da Filippo Patroni Griffi, che fu ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione del Governo Monti e sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri del governo Letta.

Resta quindi difficile, per non dire impossibile, il diritto di accesso agli atti per i giornalisti: non esiste, per il Consiglio di Stato, «un unico e globale diritto soggettivo di accesso agli atti e documenti in pos dei pubblici poteri», ma «un insieme di diversificati sistemi di garanzia per la trasparenza», non attivabili «dalla mera curiosità del dato», ma sottoposti «alla rigorosa disamina della posizione legittimante del richiedente».

La sentenza del Consiglio di Stato è leggibile al link qui sotto e è destinata a far discutere in tema di articolo 21 della Costituzione. Ribadisce quanto già statuito due anni fa con la sentenza n. 4748 del 2014 quando i giudici di palazzo Spada affermarono che il diritto di cronaca si piega davanti all’interesse ad accedere agli atti.

Il blog di Franco Abruzzo pubblica una serie di collegamenti attraverso i quali si può accedere al testo integrale delle due sentenze del Consiglio di Stato e a articoli di commento sul tema.

La motivazione integrale della decisione n. 3631 del 12 agosto 2016 dei supremi giudici amministrativi é scaricabile dal sito: https://www.giustizia-amministrativa.it/cdsintra/cdsintra/AmministrazionePortale/DocumentViewer/index.html?ddocname=SCXUMEUFIK5RG6TEFQBYJWUDQA&q= 

La motivazione integrale della decisione n. 4748 del 22 settembre 2014 dei supremi giudici amministrativi é scaricabile dal sito: http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=21597.0

Per leggere i vari articoli sull’argomento cliccare, invece, su:

http://www.iconfronti.it/il-diritto-di-cronaca-non-giustifica-laccesso-agli-atti-pubblici/