Blitz quotidiano
powered by aruba

“Salvini ha finito le felpe, è passato alle divise”….fuoco bipartizan sul capo della Lega

Salvini è abituato agli attacchi. Chi ha un modo di fare politica basato su provocazioni ed eccessi, inevitabilmente si tira addosso accuse e polemiche. In genere è un’unica parte politica che non digerisce lo scenografico esibizionismo del leader del carroccio. Questa volta gli attacchi sono stati trasversali.

Indossare la maglia della Polizia con la stessa disinvoltura con cui indossa la t-shirt “Padania libera” ha suscitato l’ira dei poliziotti e non solo. “Il fatto che sia un parlamentare non può autorizzarlo ad indossare impunemente la nostra divisa – scrive Felice Romano, segretario Siulp, in un comunicato – Ci sono delle regole che vanno rispettate da tutti, anche da lui. Indossare la divisa della Polizia è reato.”
E ancora Giuseppe Tiani del Siap: “Salvini pensi ai tagli alla sicurezza fatti da Maroni, non è accettabile che un politico come Salvini possa continuare a permettersi d’indossare la divisa della Polizia di Stato promettendo che se dovesse andare al Governo utilizzerà poliziotti o carabinieri per una sorta di delirante demagogica e pericolosa “pulizia etnica”.”

È chiaro che non si può valutare l’operato di un politico da uno scivolone fatto per leggerezza come probabilmente è stato in questo caso. Quello che si può analizzare e valutare sono i fatti e le proposte. Il punto è proprio questo. Matteo Salvini è un contenitore vuoto. Vuoto di ideali e di concretezza, ma gli italiani sono stanchi e lui promette brioche ad un popolo affamato che crede davvero in quello che lui dice per il semplice fatto che ha bisogno di crederci.

Vorrei spiegare a questi italiani che di tutte le fantomatiche proposte di Salvini, a conti fatti, nessuna è realizzabile. A partire proprio dalle famigerate ruspe con le quali al massimo può giocare in spiaggia con il figlio…perché la legge italiana non consente nulla di quello che lui urla al vento.

La Lega Nord ha tante battaglie, tante idee e tante proposte che possono essere condivise e condivisibili da un elettorato di centro destra, quello che è inspiegabile è come possano voler far suicidare un partito mettendovi a capo qualcuno che, come tutti i politici del suo genere, finirà per sgonfiarsi cadendo nel dimenticatoio degli urlatori.

Viviamo in clima di tensione mondiale, è in corso una guerra con il terrorismo islamico, ed è davvero stupido utilizzare la Polizia per fare campagna elettorale. Difficile trovare una spiegazione logica a questa uscita del Matteo leghista…l’unica spiegazione che trovo plausibile l’ha data Massimo Bordin: “Salvini ha finito le felpe ed è passato alle divise”….