Silvia Cirocchi

Meloni anti pensioni fra Salvini sovranista e Starace tricolore

Meloni anti pensioni fra Salvini sovranista e Starace tricolore

Meloni anti pensioni fra Salvini sovranista e Starace tricolore (Nella foto Ansa, Giorgia Meloni)

La legge elettorale sembra ormai decisa, l’accordo tra PD, M5S, Forza Italia e Lega Nord sembra spazzare via ogni dubbio di sorta. Ma quello sbarramento al 5% farà vittime illustri.

Mentra Alfano sbraita c’è un altro leader dalle grandi aspirazioni mai realizzate che trema. Gli ultimo sondaggi Euromedia sulle intenzioni di voto mostrano come Fratelli d’Italia sia passato dal 5,6% di marzo al 4,5% del 19 maggio, data appunto degli ultimi dati utili.

Certo sono sondaggi, che forse lasciano il tempo che trovano, ma il trend in caduta libera di FdI non lascia spazio alle illusione. Il partito della Meloni rischia di rimanere fuori dai giochi e soprattutto dal Parlamento.

Salvini dal canto suo è forte di un 5% probabilmente doppiato da suo partito ed è pronto a dettare legge. Le voci di una federazioni sovranista guidata dal leader del carroccio prendono piede. Una federazione che raccoglierebbe appunto tutti i partiti che della sovranità nazionale fanno un punto fermo del programma, dalla Meloni ad Alemanno e Storace, passando ovviamente per la Lega Nord.

Ma la Meloni si accontenterà di un ruolo secondario? Non è nella condizione di poter fare richieste nè di imporre a Salvini alcunchè visto che senza di lui il partito dei fratellini rischia di scomparire ai margini della vita politica.

La vera domanda è se la Meloni cercherà di ricucire coi partiti e movimenti di destra per puntare ad un 5% praticamente certo o se deciderà di chinare il capo e mettersi nelle mani di Salvini. Quello che del tricolore non ha mai fatto la sua bandiera.

To Top