Blitz quotidiano
powered by aruba

Britney Spears “strafatta, passò la notte in un parcheggio”

LOS ANGELES – Britney Spears nel 2007 si faceva talmente tanto di droga che “una volta trascorse la notte in un parcheggio, perché non era riuscita a raggiungere il letto di casa”. L’ultima stoccata contro la cantante americana passata da ragazza Disney a dannata del jet set arriva da chi la conosce bene, il suo ex manager Sam Lufti. 

L’impresario, spiega il quotidiano britannico The Daily Mail, ha denunciato la popstar per un debito nei suoi confronti quantificato nel 15 per cento degli introiti accumulati dalla Spears nel biennio 2007-2008.

In quegli anni la cantante aveva perso la custodia dei suoi due figli, avuti dall’ex marito Kevin Federline. Oltre al divorzio dal marito e la negazione dei figli la giovane cantante era stata allontanata anche dai suoi stessi genitori. Lufti finì così per fare non solo il manager. Tra le cose che Britney Spears gli fece fare fu organizzare feste, affrontare i paparazzi e farle compagnia in casa.

La popstar stava “lottando con la dipendenza”, tanto che una sera si ritrovò a dormire in un parcheggio, dopo un party, strafatta dalla droga. La dichiarazione dell’ex manager è contenuta negli atti giudiziari depositati presso la Corte d’Appello della California dopo la causa intentata da Lutfi contro la popstar.

Immagine 1 di 4
  • Britney Spears "strafatta, passò la notte in un parcheggio" 5
Immagine 1 di 4

 


PER SAPERNE DI PIU'