Blitz quotidiano
powered by aruba

Charlie Sheen, intercettazione: chiamò sicario per…

LOS ANGELES – “Questa stronza deve essere sepolta. Sono disposto a pagare anche ventimila dollari pur di uccidere la Ross”. Così Charlie Sheen in un’intercettazione che ora potrebbe metterlo davvero nei guai.

L’attore di Hollywood, secondo le ricostruzioni si esprimeva in questo modo al telefono con un sicario. La polizia di Los Angeles ha aperto un’inchiesta penale contro Sheen. L’oggetto del macabro desiderio di Sheen, che nel mese di novembre aveva dichiarato in diretta tv di essere sieropositivo, è l’ex fidanzata Scottine Ross, più famosa con il nome d’arte Brett Rossi con cui si esibiva in scene  (l’abbandono al mondo del  risale al 2013).

Lei, dopo che la coppia si era separata nel 2014, aveva già accusato Sheen di violenze fisiche e mentali ai suoi danni. Ora, la procura di Los Angeles indaga sul caso.