Blitz quotidiano
powered by aruba

Claudia Galanti a Verissimo: Indila, suicidio. Ma online…

Claudia Galanti a Verissimo parla della morte della figlia Indila e dice di aver pensato al suicidio. Ma su Twitter qualcuno la prende in giro...

ROMA – Claudia Galanti parla in televisione della piccola Indila, la sua figlioletta morta l’anno scorso. Ne ha parlato con Silvia Toffanin a Verissimo, su Canale 5.

“Ogni notte, quando vado a letto, i sensi di colpa mi mangiano il cervello. Penso che, forse, se ci fossi stata, avrei potuto fare qualcosa. Ma è normale che una madre pensi così”. “Il mese di dicembre è stato molto difficile dal punto di vista emotivo. Ho deciso di interrompere la terapia e non prendere più medicine perché voglio farcela da sola. La cura per la depressione va presa per un periodo determinato ed io non voglio andare avanti oltre”. Sempre a causa della depressione le è ricapitato di pensare al suicidio: “Non è un momento felice della mia vita, ma ovviamente non lo farei mai”. E anche l’idea di un’eventuale nuova gravidanza non la fa sentire meglio: “Sì, ci penso ma mi vengono strane idee. Ti resta un trauma. Una prossima gravidanza la vivrò sicuramente male, con molte paure”.

“Ho foto di lei ovunque, in tutta la casa. Anche quelle più brutte, basta che le abbia sotto gli occhi, così che la ricordino anche i miei figli”. Infine, parlando dell’ipotesi di avere un altro figlio, Claudia ha confidato a Silvia Toffanin: “Sì, ci penso ma mi vengono strane idee. Ti resta un trauma. Una prossima gravidanza la vivrò sicuramente male, con molte paure”. Ecco il link al video della puntata integrale di Verissimo.

La piccola Indila Carolina era morta per un’infezione batterica, il 2 dicembre 2014, a Parigi, mentre la madre si trovava in vacanza a Dubai. La grave perdita aveva portato Claudia Galanti a un profondo stato di depressione che la hanno indotta a ricorrere a una cura specifica.

Eppure c’è chi su Twitter preferisce ironizzare, anche con cattiveria contro la Galanti: da chi ha detto che la sua forza “è la bamba” (la cocaina, ndr) a chi la prende in giro per un brufolo in primo piano.