Blitz quotidiano
powered by aruba

Gabriel Garko: “L’esplosione? Non ne parlerò mai”

Garko ha scritto su Fb: "Anche se forse qualcuno non sarà d'accordo quello che provo e che penso rimarrà solo mio"

ROMA – Gabriel Garko non vuole parlare dell’incidente accaduto giorni fa nella villa ligure in cui soggiornava. Perché è ancora provato e per rispetto della donna morta nell’esplosione. Scrive l’AdnKronos:

Sull’incidente accaduto lunedì non ha mai concesso interviste e non ha intenzione di farlo. Eppure ogni mattina, in questi giorni, appaiono suoi virgolettati su diversi organi di stampa. Forse è anche per questo che Gabriel Garko, copresentatore del Festival, ieri sera, verso le 23, ha scritto di suo pugno un post su Facebook per chiarire che quanto prova e pensa sull’esplosione che ha devastato la villetta dove alloggiava lo terrà per sé:

“Quello che è successo mi ha inevitabilmente cambiato e non so ancora come… Vi voglio ringraziare per l’affetto che mi avete dimostrato e invitarvi a condividere con me lo stesso affetto e rispetto per chi non è stata fortunata come me… Allo stesso tempo vi dico, anche se forse qualcuno non sarà d’accordo, che quello che provo e che penso rimarrà solo mio. Un abbraccio. Gabriel”, ha scritto Garko nel post che nella notte ha ricevuto quasi 30 mila ‘like’. Ieri Garko, che è ancora costretto ad indossare un collare ortopedico dopo il trauma cranico e le ferite riportate durante l’incidente, è tornato a provare al Teatro Ariston in vista dell’inizio del Festival (la certezza definitiva sulla sua partecipazione verrà solo da un controllo medico fissato nei prossimi giorni). L’attore, sebbene ancora piuttosto provato, è apparso comunque – secondo testimoni – molto collaborativo e sorridente durante le prove tenutesi nel pomeriggio in teatro con Carlo Conti, Madalina Ghenea e Virginia Raffaele.

Immagine 1 di 10
  • Gabriel Garko sta bene, non si sa se parteciperà al Festival
Immagine 1 di 10