Blitz quotidiano
powered by aruba

Gabriel Garko vola in Sierra Leone per volontariato FOTO

ROMA – Dopo aver fatto il “valletto” al Festival di Sanremo 2016, e dopo aver interpretato la fiction “Non è stato mio figlio”, Gabriel Garko ha deciso di staccare la spina partendo per una missione di volontariato in Sierra Leone.

Erano anni che l’attore desiderava  provare un’esperienza simile e finalmente è riuscito a realizzare il suo sogno. Probabilmente la vicenda terribile accaduta a Sanremo poco prima dell’inizio del festival (l’esplosione della villa dove Garko risiedeva durante la quale è morta la proprietaria di casa) ha segnato profondamente Gabriel che ha deciso di cambiare aria e pensare ad altro. E di pensare agli altri.

Roberto Ravero, psicologo e presidente della Onlus FHM Italia, conferma la presenza di Garko in Sierra Leone. Secondo quanto dichiarato, è stato proprio Garko a chiedergli informazioni su come partecipare a progetti di volontariato: “Ho avuto modo di conoscere Gabriel qualche mese fa. Si è informato sulla nostra attività. Mi ha guardato e mi ha detto: ‘E se venissi?’. Ovviamente ha accettato il nostro vivere comunitario e semplice. Siamo con la nostra gente a stretto contatto con i bambini e gli ospiti della comunità che ho fondato anni fa. Gabriel è un personaggio molto famoso, ma ritengo che la sua presenza qui sia segno di un autentico bisogno vivere esperienze che aprano a realtà diverse… Credo sia molto toccato e col tempo farà le sue elaborazioni personali”.

Immagine 1 di 4
  • Gabriel Garko vola in Sierra Leone per volontariato 04
Immagine 1 di 4