Blitz quotidiano
powered by aruba

Giada De Blanck: “Sono curvy, non sono cicciona”

ROMA – La sua ultima apparizione televisiva è stata al Grand Hotel Chiambretti. E il pubblico non ha potuto fare a meno di notare la trasformazione di Giada De Blanck. La figlia della contessa Patrizia De Blank si è fatta conoscere dal grande pubblico per la sua partecipazione alla prima edizione dell’Isola dei famosi. Giada De Blanck non è apparsa la ragazzina svampita così come si era fatta conoscere ma una donna più matura con qualche chilo di troppo.

Tuttavia la diretta interessata, attraverso le pagine del settimanale Nuovo, ha tenuto a spiegare la situazione e a rispondere a coloro che hanno parlato di lei: “Ho partecipato al programma di Chiambretti in un momento particolare del mese, quando le donne possono accusare gonfiori. Per il resto sono alta 175 centimetri, peso 63 chili e porto la taglia 42. Non mi pare quindi di appartenere alla categoria delle ciccione, con le quali, peraltro, sono solidale”.

Giada De Blanck ha poi commentato i giudizi sgradevoli nei suoi confronti: “Giudico disumano offendere una persona perché è in sovrappeso. Parolacce e insulti legati al mio presunto lievitamento derivano da un sistema in cui conta più apparire che essere. Non ci sto: sono una donna tutta vera. Io sono contenta di essere una curvy, nel senso che ho decolleté e sedere rotondi. Sono miei di natura perché non mi sono mai fatta ritoccare, a differenze di certe celebrità, vere o presunte, che ogni tanto perdono le protesi”.

La figlia della contessa De Blanck ha concluso ribadendo di sentirsi in ottima salute: “Sono in buona salute, mangio di tutto e pratico due sport, surf e volley, che aumentano la massa muscolare. Inoltre piaccio di più agli uomini e, quando qualcuno per strada lancia un fischio di ammirazione, mi fa piacere”.