Blitz quotidiano
powered by aruba

John Galliano, stilista confessa: “Ho perso tutto per alcol e cocaina”

MILANO – John Galliano a 5 anni dal licenziamento in tronco dalla maison Dior torna nel mondo della moda come direttore creativo di Maison Margiela. Lo stilista intervistato dalla rivista Chi ha raccontato di aver perso tutto per colpa anche dell’alcol e della droga, di cui faceva abuso. Una intervista in cui John Galliano, uno degli stilisti più geniali e tormentati, racconta i momenti del licenziamento da parte di Dior dopo l’arresto per gli insulti antisemiti per le strade di Parigi.

Galliano nell’intervista si racconta e parla degli ultimi mesi a Dior, sotto pressione per il divorante processo creativo:

“Prima della caduta per me il lavoro veniva davanti a tutto, anche alla salute e questo è da pazzi. Il processo creativo è divorante, ed è qualcosa che ho in me, uno dei molti difetti di carattere che devo tenere sotto controllo. Il culmine di anni di abuso di alcol e droga, aggravati dalla pressione di dover creare”.

Lo stilista ora racconta scherzando di frequentare solo “spacciatori di abiti vintage” e di aver cambiato completamente vita:

“Quando ho lasciato il mio lavoro precedente. Non sapevo neppure come scrivere una mail o usare un telefonino perché ci pensavano sempre gli altri”.

Poi è arrivata la proposta di Maison Margiela per prenderne la direzione creativa e John Galliano spiega:

“Mi guida sempre l’emozione. Quando faccio le prove e drappeggio i tessuti vado quasi in trance, non mi accorgerei neppure di un incendio. Posso finire anche alle cinque del mattino. Ma adesso sto imparando a controllare questa febbre creativa”.