Blitz quotidiano
powered by aruba

Luca Argentero, Chi: Crisi con Myriam Catania. Visto con…

Luca Argentero è sposato con Myriam Catania dal 2009. I diretti interessati hanno finora scelto un secco "no comment".

ROMA – Anche se ufficialmente è ancora sposato con Myriam Catania, le immagini esclusive pubblicate sul settimanale “Chi” in edicola martedì 29 dicembre rivelano la nuova vita di Luca Argentero.

 

L’attore, secondo il settimanale, ha infatti lasciato la casa dove viveva con la moglie e ha una nuova compagna: l’attrice Cristina Marino. Il sex symbol del cinema italiano e l’attrice ventiquattrenne si sono conosciuti sul set di “Vacanze ai Caraibi” e negli scatti pubblicati (che si riferiscono a più giorni) escono dalla nuova dimora romana di Argentero. Come dimostrano le immagini esclusive di “Chi” l’attore ha tolto la fede nuziale mentre la nuova pubblica su Instagram foto di mani amorevolmente intrecciate.

Luca Argentero è sposato con Myriam Catania dal 2009. I diretti interessati hanno finora scelto un secco “no comment”. Ad alimentare le voci sulla crisi tra Luca Argentero e la moglie solo uno scatto pubblicato dalla stessa Cristina su Instagram. Scatto che raffigura una sua mano intrecciata a quella di un altro che secondo molti potrebbe essere proprio Argentero.

Solo un paio di mesi fa Luca e Miryam avevano negato le ricorrenti voci di tensioni e tradimenti che ciclicamente da 10 anni a questa parte invadono il loro amore. “Se fossi geloso di natura, non potrei stare con lei: è molto fisica, flirta bacia e salta addosso ai suoi amici, è così da quando la conosco”, diceva così l’attore della moglie sulla cover di Vanity Fair, mettendo a tacere i pettegolezzi di presunte infedeltà. E lei pochi giorni dopo ribadiva, sempre su Vanity Fair, il suo saper trovare sempre la strada di casa: “Storielle? Puoi uscire con altri, fare, disfare, ma alla fine che cosa ti rimane di una serata in un locale? Meglio tenersi il proprio uomo – il mio poi è un’anima evoluta, che tende verso l’angelico – e il valore di vederlo cambiare al proprio fianco, crescendo”.