Pagina 5 - Gossip

Melania Trump, chi è l’avvocatessa slovena che la difende da vecchie conoscenze e scandali in patria

Melania Trump, chi è l'avvocatessa slovena che la difende da vecchie conoscenze e scandali in patria

Melania Trump, chi è l’avvocatessa slovena che la difende da vecchie conoscenze e scandali in patria

WASHINGTON – Nell’agosto 2016, appena un anno fa, Nataša Pirc Musar ha avuto il primo di molti colloqui telefonici con Melania Trump. Un avvocato americano si era messo in contatto con la Pirc Musar, avvocatessa slovena, affinché rappresentasse la First Lady nella nativa Slovenia, dove era cresciuta.

“Abbiamo avuto una conversazione”, ha detto la Pirc Musar. “L’ho informata su quello che stava accadendo”. Alcune persone stavano pubblicando storie scandalose sull’ex modella mentre altre usavano la sua notorietà per il commercio, una torta era stata chiamata “Melania”. “Mi ha detto che non voleva perseguire nessuno, che non lo stava facendo per soldi di cui, ovviamente non ha bisogno”, ha detto la Pirc Musar a The Daily Beast in un’intervista esclusiva. “Voleva solo che ponessi dei limiti su ciò che è permesso e ciò che non lo è, rispetto alla sua persona”.

La ragione era particolarmente grave: una rivista slovena, Suzy, aveva pubblicato un articolo, firmato da Tomaz Mihelic, dicendo che negli anni ’90 Melania Knavs, talvolta Knauss in tedesco, come era nota in quel periodo, lavorava a New York per un’agenzia di modelle diretta da Paolo Zampolli ma “funzionava come agenzia di escort per clienti ricchi“. Poche settimane dopo, la Pirc Musar e Melania Trump hanno denunciato la rivista Suzy.

Anche il tabloid britannico Daily Mail aveva pubblicato una storia simile, citando una fonte slovena. “Pubblicata sul Daily Mail Uk e Usa, in 10 secondi la vicenda si era diffusa in tutto il mondo, come donna capisco la signora Trump”, ha detto la Pirc Musar. “Il quotidiano britannico si è scusato con la First Lady ma qui, in Slovenia, la rivista Suzy non lo ha mai fatto e la Trump ha detto che in questa vicenda devo andare fino in fondo, non può tollerare che nel mondo sia stata diffusa una simile menzogna”.

Nell’ottobre 2016, hanno presentato a un tribunale di Lubiana una causa contro Mihelic: è accusato di diffamazione e dichiarazioni false e non verificate contro Melania. Il caso è ancora in tribunale.
Molti si sono chiesti perché, tra tutti gli avvocati sloveni, la Trump abbia deciso di assumere la Pirc Musar. Prima di aprire lo studio legale Musar & Partners nel 2015, l’avvocatessa ha lavorato come giornalista televisiva e presentatrice sui canali televisivi nazionali e avuto qualche esperienza lavorativa con la CNN. In Slovenia è una delle poche avvocatesse con collegamenti di alto profilo.

Da quando rappresenta Melania Trump ha curato parecchi casi in cui le persone hanno iniziato a vendere prodotti con il suo nome, utilizzano le sue foto, c’è anche l’hamburger e la torta. Le riviste americane hanno scavato nel matrimonio e nella vita personale di Melania Trump, cercando i suoi ex amici, datori di lavoro, colleghi, chiunque fosse in grado di spiegare come era la giovane Melania Knavs prima di incontrare The Donald alla fine degli anni ’90.

Sembra tuttavia che la First Lady sia rimasta sconvolta, ha detto l’avvocatessa, per un libro di Bojan Požar e Igor Omerza, uscito lo scorso anno in Slovenia: “Melania Trump-La Storia segreta: la potenziale First Lady“. Gli autori hanno intervistato diversi uomini e hanno affermato che, prima del 1992, l’anno in cui Melania ha lasciato la Slovenia a 22 anni, sono stati i suoi fidanzati. La Trump nega qualsiasi connessione personale con gli uomini, ma ha deciso di non citare in giudizio gli autori del libro, sostiene l’avvocato.

Uno dei presunti fidanzati, Jure Zorcic, era particolarmente loquace. “La sua storia sulla relazione con Melania Trump è stata la ragione principale per cui ho deciso di scrivere il libro”, ha detto Požar a The Daily Beast in un’intervista a Lubiana. “Mi ha detto che è rimasto sorpreso quando ha incontrato la sua ex fidanzata a New York, ha preferito parlare in inglese e non in sloveno” ha osservato Požar. “E adesso l’avvocato di Melania mi sta accusando non per il libro, ma per il documento che ho pubblicato dimostrando che Victor Knavs, il padre di Melania, era stato indagato per commercio illegale del mercato nero e per evasione fiscale”. Knavs nega accuse.

Prima che Melania Trump assumesse un avvocato in Slovenia, Zorcic ha rilasciato diverse interviste a giornali e tv, tra cui ABC News, mostrando la strada dove sostiene di aver incontrato Melania, i bar dove sono stati, affermando che non è mai stata “la tipica ragazza slovena”. “Ho invitato qui in studio Jure Zoric e detto che Melania voleva firmasse un documento in cui si impegnava a non parlare mai più con i media. Ammettono entrambi di conoscersi ma lui non è mai stato il suo fidanzato”, dice la Pirc Musar.

Nel frattempo, la piccola città di Sevnica, la città natale di Melania Trump, ha sviluppato una sorta di culto intorno a FLOTUS (First Lady of the United States), ovunque in vendita ci sono vasetti di miele con il volto di Melania, mele con la “M”, prodotti vari targati “First Lady”.

To Top