Blitz quotidiano
powered by aruba

Michelle Hunziker: “Quando sto male vado da un’amica psicologa”

ROMA – Intervistata dal settimanale Chi, Michelle Hunziker confessa: “Le cose brutte non le scanso, non le metto sotto al tappeto – confessa la showgirl – Se devo chiedere aiuto lo chiedo a un professionista, vado da un’amica psicologa e mi faccio aiutare, poi faccio tutte le mie analisi. Io non ho tempo di essere triste, perché c’è sempre qualcuno di cui mi devo occupare. Lo dico spesso anche alle donne di Doppia difesa, a loro suggerisco sempre di guardare fuori da se stesse. Un’analista mi ha detto che chi è depresso ha gli occhi rivolti dentro di sé: guardare intorno a sé, in un certo senso è un atto agoistico, ma sano. La mia gioia è sentire che qualcuno ha bisogno di me”.

Al primo posto, ad aver bisogno di lei, c’è senza dubbio la sua famiglia, quella costruita con Tomaso Trussardi, che da subito colpì l’attenzione della showgirl: “Appena gli ho stretto la mano ho capito – ha raccontato – L’ho guardato e mi sono detta: ‘Quest’uomo mi creerà dei problemi’. Io ero cotta da quel momento. Lui ci ha messo tre mesi a darmi il primo bacio, tanto che mia figlia Aurora mi diceva: ‘Mamma arrenditi, è gay’. Invece lui ha aspettato perché ci teneva a me”.

Infine il ricordo degli esordi nel mondo dello spettacolo: “Quando ho iniziato in tv le ragazze vivevano un momento tragico: dovevamo essere tutte , tutte maggiorate, tutte spogliate, c’erano poche conduttrici. Oggi è tutta un’altra storia, ma io già allora volevo essere diversa. Mi dicevo: in qualche modo devo farcela a trovare una chiave diversa. Ho sempre puntato al pubblico delle donne e dei bambini. Infatti per me in passato era un complimento quando mi dicevano che non ero . E oggi è un complimento quando mi dicono che sono simpatica”.