Blitz quotidiano
powered by aruba

Rupert Everett: “Meno male che non sono diventato donna”

ROMA – Rupert Everett, omo dichiarato, ha accarezzato per qualche tempo l’idea di diventare donna. Ma oggi, a 57 anni, dice: “Meno male che non l’ho fatto”. Ecco cosa ha detto a Life Star:

L’attore inglese Rupert Everett torna a far discutere grazie alle sue ultime dichiarazioni riguardo lo scottante argomento del cambio di . Il cinquantasettenne, dichiaratamente omo, in una recente intervista al Sunday Times ha confessato di aver preso in considerazione, in passato, il cambio di . Durante l’adolescenza Rupert Everett, ha raccontato, di aver sognato spesso di essere una donna, desiderio poi scomparso col passare degli anni. In quel periodo infatti il giovane Rupert indossava spesso abiti da donna e incoraggiava chiunque sentisse questa necessità ad abbracciare il proprio lato femminile. “Volevo davvero essere una donna. Grazie al cielo il mondo di allora non è quello in cui viviamo oggi perché altrimenti io adesso sarei una donna e sarei sotto ormoni. Superati i quindici anni non ho mai più sentito il desiderio di essere una donna. È bello che adesso sia permesso a tutti di esprimere se stessi ma iniziare a prendere ormoni quando si è molto giovani è un passo importante. Penso che molti ragazzi sentano questa ambivalenza da giovanissimi, una confusione rispetto al di appartenenza e a quello che invece sentono nei confronti dei loro coetanei; ci dovrebbe essere un modo per aiutarli ad affrontare questa situazione di disagio e ad abbracciare questa loro ambivalenza .”

Nell’intervista Rupert Everett si è anche espresso in merito al cambio di tanto chiacchierato di Caitlyn Jenner, una volta l’atleta olimpico Bruce Jenner, considerandola una scelta affrettata e poco ponderata.