Blitz quotidiano
powered by aruba

Flagellazione proibita in Iran ma a Londra FOTO catene e…

 

Flagellazione proibita in Iran ma a Londra FOTO catene e...

Flagellazione proibita in Iran ma a Londra FOTO catene e…

LONDRA – Flagellazione con catene intrise di sangue dove sono attaccati coltelli affilati come rasoi, così un gruppo di musulmani intransigenti scortica la propria pelle mentre la folla guarda, cantando e battendosi il petto. Ogni oscillazione della catena fa sì che il sangue schizzi in aria e finisca su un telo di plastica per terra, e addirittura sulla faccia del pubblico.
Questa pratica “barbara” è stata vietata anche nell’ultra-religioso Iran da parte del leader supremo Ayatollah Khamenei. Tuttavia, queste scene terrificanti non hanno luogo in Iran, Iraq o in qualsiasi altra parte del Medio Oriente – ma nella periferia della Gran Bretagna, parzialmente su un terreno comunale. Una lunga battaglia legale scirca il rituale di auto-flagellazione, noto come Zanjeer Zani, è terminata in tribunale il mese scorso quando è stato vietato a un gruppo separatista di 14 individui di svolgere la pratica all’interno di un miglio della Idara -e-Jaaferiya moschea di Tooting, a sud di Londra.

Queste immagini prese da un video, mostrano l’evento nel 2013, quando un violento scontro tra le diverse fazioni nella moschea sciita, che si trova di fronte a una chiesa, portò a un’azione legale. Secondo le autorità della moschea e dei suoi sostenitori, il gruppo separatista inscenava il salasso ogni anno senza permesso. Il video di otto minuti mostra una successione di uomini frustarsi febbrilmente sopra ciascuna spalla con una catena da cinque lame ricurve. Ogni uomo canta incessantemente il nome dell’imam Hussein, nipote del profeta Maometto. Hussein è stato ucciso in una battaglia nel 7 ° secolo a Karbala, in Iraq, e il Zanjeer Zani è un modo di celebrare il lutto per l’anniversario della sua morte, conosciuto come il Giorno della Ashurah.

Un uomo nel video, subendo le più gravi lesioni, sembra perdere i sensi per il dolore, ma quando gli altri si muovono per fermarlo dall’infliggersi più ferite, li combatte e continua. In un incidente precedente, un tendone fu eretto vicino alla moschea, accanto a dei posti auto a pagamento, a quanto pare con il permesso del Consiglio di Wandsworth. La pratica è tutt’altro che universale tra gli sciiti ed è stata oggetto diun acceso dibattito in tutto il mondo musulmano. Cerimonie simili continuano in una manciata di altre moschee sciite in Gran Bretagna. Massoud Shadjareh, della Commissione dei Diritti Umani islamici, ha condannato il fatto, dicendo:”

Questa è una pratica barbara e non dovrebbe essere consentita per nessun tipo di ragione, non ultimo per motivi di salute e per la sicurezza a causa del sangue che vola in giro e per il pericolo di infezioni prese dagli attrezzi. Il comitato esecuzione moschea aveva cercato di ottenere questo fermo da anni, ma nessuno li avrebbe aiutati, compresi la polizia e il Consiglio e il deputato locale Sadiq Khan, che hanno sempre detto che era in locali privati ​​ed era una questione religiosa .
Ognuno lo tratta con i guanti a causa della sensibilità del tema.

Quando un funzionario governativo ha visitato la moschea Idara-e-Jaaferiya, due chierici, che non hanno voluto essere identificati, hanno detto che il rito Zanjeer Zani aveva avuto luogo nella sala di preghiera principale della moschea, ma era ormai terminato.

Hanno confermato che il filmato è stato preso nella sala di preghiera principale, utilizzata durante grandi manifestazioni come la preghiera del venerdì, e che il tappeto verde della sala principale doveva essere cambiato perché contaminato dal sangue, nonostante i tentativi di proteggerlo con teli di plastica. Nadeem Abbas, uomo d’affari menzionato dei documenti del tribunale, ha sostenuto che la questione della flagellazione viene usata come scusa per mettere a tacere coloro che hanno criticato il modo in cui la moschea veniva portata avanti. Ha detto:

“Si tratta di una disputa politica più che religiosa. A loro non piaceva il fatto che distribuivamo volantini per discutere le decisioni del comitato, così hanno scelto di vietare la flagellazione.Solo le persone nominate sono bandite dal praticarla nella moschea – gli altri possono anche prendere parte alla prossima Ashura.
Questo rituale è consentito nella religione sciita. L’ho fatto solo quando avevo 18 anni, ma rispetto il diritto degli altri a farlo”.
Gli sciiti costituiscono meno del dieci per cento dei 1,5 miliardi di musulmani in tutto il mondo. In Gran Bretagna, la popolazione sciita si crede sia circa il cinque per cento dei musulmani, e la moschea Idara-e-Jaaferiya è usato principalmente da sciiti dal Pakistan.

L’autoflagellazione è anche una tradizione cristiana raramente osservata. Nel 13 ° secolo, un gruppo di cattolici romani – noto come i Flagellanti – portò la pratica all’estremo. In seguito venne condannata da Roma come un culto, ma la pratica continua tra alcuni cattolici delle Filippine e del Messico. Alcuni membri dell’organizzazione laica cattolica Opus Dei, pratica una più mite autoflagellazione con una frusta di cordicelle annodate. Un portavoce del Consiglio Wandsworth ha detto: “Saremmo preoccupati per la salute pubblica se questa forma di culto dovesse avvenire, e se dovesse accadere, dovremmo lavorare con la comunità locale, la polizia e altre agenzie per garantire che il rischio per la salute pubblica sia ridotto al minimo. ” Le autorità della moschea hanno rifiutato di commentare. La scorsa notte, Sadiq Khan, il candidato laburista nelle elezioni Mayoral Londra di maggio, ha condannato la pratica. Una fonte vicina a lui ha detto: “Sadiq non pensa che la flagellazione debba essere praticata in questa moschea o altrove.”

Immagine 1 di 3
  • Flagellazione proibita in Iran ma a Londra FOTO catene e...
  • Flagellazione proibita in Iran ma a Londra FOTO catene e...
Immagine 1 di 3