Blitz quotidiano
powered by aruba

Incinta con sesso anale: aveva vagina e retto collegati

Incinta con sesso anale: aveva vagina e retto collegati

Incinta con sesso anale: aveva vagina e retto collegati

NEW YORK – Ad una donna su 50 mila può succedere di rimanere incinta dopo aver avuto un rapporto sessuale per via anale. La sfortuna, visto che non lo aveva previsto, ha colpito una donna curata al Jersey urology group di Atlantic City, negli Stati Uniti.

L’urologo Brian Steixner ha spiegato al Daily Mail l’amara verità: “Finora ci hanno mentito”. Esiste infatti una rara malformazione chiamata “malformazione cloaca”, che si verifica quando retto, uretra e vagina non riescono a separarsi in tre canali diversi.

La donna infatti è nata con una rara condizione medica chiamata malformazione anorettale, colpisce solo una persona su 50.000 e porta il retto, l’uretra e la vagina a non separarsi. Questo vuol dire che urine, feci e sangue mestruale fuoriescono dallo stesso canale, posizionato in corrispondenza del perineo, mentre invece il canale della vagina rimane completamente chiuso. La cosa può essere corretta attraverso l’intervento chirurgico che permette di separare i tre organi, creando due differenti aperture.

Nonostante la donna avesse ricorso all’operazione da giovane, qualcosa è andato storto e, a causa di un errore chirurgico e di una fistola che si era venuta a formare negli anni successivi, il suo corpo non è riuscito a reagire nel modo corretto e la vagina è rimasta un “vicolo cieco”. E’ proprio per questo che, dopo aver praticato sesso anale, è rimasta incinta. I medici, sconvolti dall’accaduto, a questo punto non possono fare a meno di preoccuparsi del parto. Una procedura naturale sarebbe infatti troppo pericolosa, vista la malformazione della donna, ed è per questo che probabilmente si procederà con un taglio cesareo.

 





TAG: