Blitz quotidiano
powered by aruba

Le Iene: Don Luca Morini, escort e cocaina con soldi fedeli

Don Luca Morini è stato smascherato dall'inviata de Le Iene mentre aspettava un escort in una stanza di hotel

Le Iene: Don Luca Morini, escort e cocaina con soldi fedeli

Le Iene: Don Luca Morini, escort e cocaina con soldi fedeli

ROMA – L’acqua benedetta venduta a caro prezzo, che poi non era neanche di Lourdes. Con quei soldi, e con le offerte, il prete pagava hotel, viaggi, cocaina…e compagnie maschili. E’ la storia di don Luca Morini, sacerdote della provincia di Massa Carrara, già allontanato dal vescovo per via dei suoi comportamenti e ora tornato alla ribalta grazie a un servizio de Le Iene.

L’inviata smaschera il sacerdote che nei suoi incontri si spaccia per un importante giudice. Un giudice molto facoltoso, che spende migliaia di euro in cene a base di tartufo e hotel di lusso, e naturalmente in escort maschili e cocaina. Ci sono filmati privati inequivocabili. Ne parla anche Il Secolo XIX:

È arrivato persino a vendere l’acqua “benedetta” alle anziane fedeli spacciandola per proveniente da Lourdes o Medjugorje e recuperare soldi. Insieme alle donazioni dei suoi parrocchiani, quel denaro gli serviva per agganciare compagnie a pagamento e trascorrere ore liete lontane anni luce dall’Eucarestia: escort maschili, conti da capogiro nei ristoranti e alberghi più “in” di Napoli, Roma e Barcellona, corredate all’occorrenza da sniffate di cocaina. Non guardava in faccia a nessuno, don Euro, come lo avevano ribattezzato i suoi parrocchiani tra Avenza, Fossone, Montignoso, in provincia di Massa Carrara. Vera identità del sacerdote: Luca Morini, classe 1961, nato a Vecchiano in provincia di Pisa. Risulta essere ancora parroco emerito. In realtà dopo il suo ultimo incarico a Caniparola e Fosdinovo tra novembre 2012 e giugno 2015, è stato “messo in ghiacciaia” dalla Curia vescovile di Massa, che lo protegge in attesa di redenzione. Domenica sera scorsa, “Le Iene”, che ne avevano già parlato in altra occasione, ne hanno mostrato il volto raccontandone la storia, venuta alla luce grazie a Francesco M., ventisettenne napoletano.

(Per vedere il servizio de Le Iene clicca qui).