photogallery

Mamma vince elezioni, 14enne stuprata per vendetta: s’uccide

Mamma vince elezioni, 14enne stuprata per vendetta: s'uccide

Mamma vince elezioni, 14enne stuprata per vendetta: s’uccide

NEW DELHI – L’hanno violentata per vendetta, dopo che la mamma aveva battuto il suo rivale nelle ultime elezioni locali. Per questo una ragazzina di appena 14 anni si è tolta la vita in India.

La tragedia si è consumata nel distretto di Mirzapur, nel Nord Est del Paese. La mamma della vittima era candidata con la forza di governo nell’area. Secondo quanto riferito dall’Indipendent la quattordicenne sarebbe stata rapita e stuprata dai suoi avversari politici.

L’aggressione sarebbe avvenuta per mano di due uomini che l’hanno presa con la forza in un campo isolato, lo scorso mercoledì. Inutili i tentativi della famiglia di denunciare il crimine e ottenere giustizia: le autorità dopo aver raccolto la denuncia della madre, l’hanno rispedita a casa con mere assicurazioni verbali.

La ragazzina però non è riuscita a scampare alla vergogna della violenza subita. Lo stesso giorno della denuncia si è impiccata in casa. I due uomini che l’hanno stuprata sono stati arrestati. Il candidato del partito socialista nell’area, Arvind Sen, ha poi precisato che i due sarebbero parenti del candidato sconfitto alle urne dalla mamma della vittima.

To Top