Blitz quotidiano
powered by aruba

Marocchino accusato di stupro a Milano: vittima una 46enne

Marocchino accusato di stupro a Milano: vittima una 46enne

Marocchino accusato di stupro a Milano: vittima una 46enne

MILANO – Verrà sottoposto al prelievo del Dna per ulteriori accertamenti, il marocchino di 24 anni fermato a Milano con l’accusa di aver violentato nella notte tra giovedì e venerdì una donna di 46 anni nei pressi della Stazione Centrale.

Il prelievo del Dna è stato disposto dal pm in seguito alla denuncia della vittima, un passato con problemi di droga, la quale, come sempre accade in questi casi, dopo essere stata aggredita è stata portata al Soccorso Violenze Sessuale della Mangiagalli dove è stata visitata e ricoverata.

Ed è stato grazie al racconto dettagliato della donna e alle immagini delle telecamere piazzate attorno alla stazione che gli investigatori sono riusciti a rintracciare il presunto stupratore e a fermarlo. Nei suoi confronti, il pm inoltrerà al gip richiesta di convalida del fermo e di custodia cautelare in carcere. Oltre al prelievo del Dna, le indagini proseguono con altri approfondimenti, tra i quali l’analisi di altre immagini riprese dalle telecamere attorno al luogo dove sarebbe avvenuta l’aggressione da parte del giovane marocchino che al momento è in cella a San Vittore nel reparto ‘protetti’,quello riservato ai detenuti accusati di violenza sessuale.

La donna ha raccontato di aver aiutato il giovane a comprare le sigarette in una macchinetta automatica prestandogli la tessera sanitaria. I due avrebbero poi bevuto una birra insieme. La donna e il giovane si sarebbero poi fermati a chiacchierare in un parco e qui il marocchino l’avrebbe aggredita. Importanti ai fini dell’indagine i graffi che la donna avrebbe lasciato sul volto del giovane immigrato.





TAG: