Blitz quotidiano
powered by aruba

Pedofilia, curarla con farmaco per il cancro: idea da Svezia

Pedofilia, curarla con farmaco per il cancro: idea da Svezia

Pedofilia, curarla con farmaco per il cancro: idea da Svezia

STOCCOLMA – Un farmaco contro il cancro alla prostata potrebbe essere usato per “curare” la pedofilia. Questa la sperimentazione che i ricercatori di Stoccolma, in Svezia, stanno portando avanti. Il farmaco nasce per la cura del cancro alla prostata e tra gli effetti collaterali c’è quello di ridurre il testosterone e la libido. Proprio su questo effetto del Degarelix, questo il nome del farmaco, punta la ricerca condotta da Christoffer Rahm, medico svedese del Karolinska Institutet.

Il sito Daily Mail spiega che il farmaco viene somministrato ai pazienti che soffrono di cancro alla prostata e ne abbassa i livelli di testosterone, inibendo così l’eccitamento sessuale. I casi di pedofilia nel paese sono aumentati negli ultimi anni e così si cerca un modo di contenere il fenomeno e tra questi nasce proprio la singolare ricerca.

I ricercatori svedesi hanno analizzato gli effetti del farmaco su un campione di 60 pedofili. La metà del campione è stata trattata con il Degarelix, mentre l’altra metà con placebo: i ricercatori hanno così scoperto che i pedofili trattati con il farmaco avvertivano una riduzione degli impulsi sessuali verso i bambini. Rahm, autore dello studio, ha spiegato:

“L’obiettivo è di individuare un trattamento preventivo per gli uomini con disordine pedofilo che sia allo stesso tempo efficace e tollerabile, così da prevenire gli abusi sessuali sui bambini prima che avvengano”.

Il trial clinico non è certo facile da intraprendere. La pedofilia infatti rappresenta un male in cui terze parti, i bambini, sono a rischio e chi ne soffre deve essere seguito. Per questo motivo la sperimentazione si avvale non solo di medici che valutano le implicazioni per la salute, ma anche di esperti di legge e di sicurezza e salute dei bambini.





PER SAPERNE DI PIU'