Blitz quotidiano
powered by aruba

Pisa, barista condannato: filmò sesso con fornitore e poi…

Pisa, barista condannato: firmò sesso con fornitore e poi...

Pisa, barista condannato: firmò sesso con fornitore e poi…

PISA – Barista condannato: firmò sesso con fornitore e poi… Il tribunale ha condannato con il rito abbreviato un barista di Pisa a due anni e otto mesi di reclusione per estorsione: aveva filmato un incontro a luci rosse e aveva chiesto 12mila euro per non diffondere il video.

Il giovane, arrestato dai carabinieri del nucleo investigativo l’estate scorsa al termine di una rapida indagine, è tuttora sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di firma dopo un periodo trascorso agli arresti domiciliari. Il pubblico ministero aveva chiesto una pena di due anni e quattro mesi.

In un bar nel centro storico pisano il titolare del locale aveva filmato l’incontro avvenuto con un suo fornitore per poi ricattarlo con la minaccia di divulgare il video informando anche la moglie della vittima dell’estorsione, in cambio gli aveva chiesto 12 mila euro. Il fornitore aveva però trovato il coraggio di denunciare l’episodio e i carabinieri hanno arrestato il barista, all’interno del suo bar, subito dopo avere intascato i soldi. Nel blitz i militari hanno sequestrato anche il telefono cellulare che il barista aveva usato per inviare i messaggi intimidatori al rappresentante e altri dispositivi informatici.

Della storia aveva in precedenza parlato Pisa Today:

Un vero e proprio ricatto a luci rosse quello di cui è accusato un giovane barista del centro di Pisa. L’arresto da parte dei Carabinieri di Pisa per tentata estorsione è stato eseguito ieri verso l’ora di pranzo presso l’esercizio. Sull’episodio c’è il massimo riserbo da parte delle autorità, ma secondo le prime ricostruzioni il giovane avrebbe filmato il rapporto omosessuale avuto con un suo fornitore. Poi lo avrebbe ricattato, minacciando di divulgare il video sul web nel caso in cui non gli avesse versato 10mila euro.

Tentata estorsione per ricatto con video di sesso: arrestato barista di Pisa il 14 giugno 2015
„I fatti sarebbero avvenuti una quindicina di giorni fa. La vittima del ricatto, sposato con figli, si sarebbe rivolto ai Carabinieri non piegandosi alle richieste del barista. Dopo vari solleciti al pagamento la vittima e l’indagato si sono dati appuntamento presso il locale per effettuare lo scambio, ma i militari erano evidentemente in ascolto ed hanno proceduto all’arresto. Nei prossimi giorni si svolgerà l’udienza di convalida con l’interrogatorio di garanzia.“