Blitz quotidiano
powered by aruba

Polizia obbliga prostitute e clienti a girare nudi in strada

Polizia obbliga prostitute e clienti a girare nudi in strada

Polizia obbliga prostitute e clienti a girare nudi in strada

SAN PIETROBURGO – Raid in un bordello russo a San Pietroburgo: la polizia è arrivata di notte, dopo che dall’appartamento al piano inferiore avevano chiamato per un allagamento, e ha obbligato undici prostitute e i loro clienti a camminare nudi per le strade della città.

Il blitz punitivo è avvenuto nell‘isola storica di Vasilyevsky, nel cuore della seconda maggiore città della Federazione Russa.

Il gruppo è stato condotto dalla polizia attraverso cinque quartieri della città, con la gente che fotografava e riprendeva. Le donne piangevano e cercavano di coprirsi le parti intime, mentre tre uomini sono riusciti a scappare dalla porta posteriore.

Alla fine della passeggiata della vergogna prostitute e clienti sono stati arrestati. La prostituzione in Russia è reato: chi la esercita può venire punito con sanzioni da 1.500 a 2.000 rubli (poche decine di euro), ma chi viene accusato di sfruttamento della prostituzione rischia il carcere.

Secondo quanto scrivono alcuni media, il blitz è arrivato grazie alla soffiata di Viacheslav Datsik, celebre ex kickboxer russo, campione di pesi massimi e fighter di arti marziali miste, noto soprattutto per il drammatico knock-out contro Andrei Arlovski nel 1999.

Datsik, che si fa chiamare Tarzan Rosso, ha dichiarato guerra alla prostituzione a San Pietroburgo e regolarmente sprona la polizia a fare dei raid nei bordelli.

Immagine 1 di 5
  • Polizia obbliga prostitute e clienti a girare nudi in strada 6
Immagine 1 di 5




PER SAPERNE DI PIU'